I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata e la Carta Archeologica: la cisterna di Villa delle Querce e l’edificio romano delle Quattro Strade

GROTTAFERRATA (attualità) – La 43a puntata nella ricerca del documento redatto da Franco Arietti ci porta in due siti specifici

ilmamilio.it

La 43a puntata della Carta Archelogica ci porta a soffermarci in due siti specifici, una cisterna sita in località ‘Villa delle Querce’ e una villa romana in luogo molto frequentato dal flusso automobilistico della città: le ‘quattro strade’

VILLA DELLE QUERCE - In località denominata sulla Carta 'Villa delle Querce', in un sito privato, orientata Nord Ovest – Sud est, è sita una cisterna ipogea che misura circa m. 29.70 di lunghezza, m. 20 di larghezza m. 4.60 di altezza all’interno (misure desunte da Luigi Devoti nel 1978, le foto di copertina e sotto si riferiscono a quell’anno). Presenta sette navate orientate Nord ovest/sud est larghe m. 2.30 con volte a botte, separate da muri sorretti da pilastri nei quali figurano sei aperture recanti un arco a tutto sesto.

Lungo l’asse longitudinale del manufatto si allineano alcuni pozzi quadrangolari, praticati sul cervello delle volte (cinque secondo il Devoti, ma dovrebbero essere sei), tranne che sull’ultima navata meridionale, purtroppo l’unica ad aver riportato serie lesioni alla volta, in parte crollata.

Solo nella prima navata (ove si accedeva attraverso un cancello ed un ingresso moderno), quella meno interrata, si potevano osservare a tratti sia il piano pavimentale in cocciopesto, nonché tracce del rivestimento in signino.

QUATTRO STRADE - Nello spazio triangolare compreso tra le moderne via Tuscolana, via XXIV Maggio, via Vicinale Aldobrandini, tutte corrispondenti ad altrettante antiche strade, oltre ad una conserva d’acqua, gli studiosi collocano una villa romana. F. Grossi Gondi la attribuisce ad Asinio Pollione e fornisce una interpretazione della topografia diversa rispetto a quella proposta dagli altri studiosi. Infatti egli ipotizza il punto di partenza di un diverticolo per Tuscolo esattamente all’incrocio tra la via Latina e la via che da Squarciarelli porta a Frascati (alle Quattro Strade), negando nel contempo l’esistenza della via lastricata il cui tracciato coincide con via Vicinale Aldobrandini T. Ashby localizza nello spazio triangolare una villa. P. Rosa invece, dopo aver collegato la Via Latina con l’antica strada sottostante via Vicinale Aldobrandini, riporta solo alcune strutture accanto alla cisterna, le cui dimensioni sono minori di essa. E’ pertanto credibile, secondo l’analisi dell’archeologo Franco Arietti, che tali strutture non siano appartenenti ad una villa (difficilmente inseribile nel piccolo spazio triangolare delimitato da strade) ma a qualche edificio di incerta interpretazione.

L’attribuzione del sito ad Asinio Pollione è stato fatto in base al ritrovamento in zona della cornice iscritta effettuato dal De Rossi nel 1849 ed alla notizia dataci da Eusebio nel Chronicon. Alcuni frammenti architettonici sono custoditi nel giardino di una villa che si affaccia su Via Vicinale Aldobrandini, altri, probabilmente da attribuire ad edifici a carattere funerario, furono depositati presso un ristorante della zona che oggi non è più attivo. Per la provenienza di essi, uno dei quali da Poggio Tulliano, esiste una documentazione presso l’archivio della Soprintendenza archeologica del Lazio.

 

Le altre puntate:

1 -  Grottaferrata, alla scoperta della Carta Archeologica. Via delle Vascarelle e l'area limitrofa: l’acquedotto Julia e una necropoli

2 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: la straordinaria scoperta dell’"Ipogeo delle Ghirlande" nel 2000

3 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: Via Quattrucci e ‘Colle delle Streghe’. I mausolei, le antiche strade

4 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Valle Marciana a Campovecchio tra tombe, tracciati e cisterne

5 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: le pendici del Tuscolo tra mausolei, strade e conserve d’acqua 

6 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Villa Senni al Tuscolo con la Via Latina. La distruzione dei contemporanei

7 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: l’antichissima via Cavona (Via Valeria)

8 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: i mausolei presso catacombe ‘Ad Decimum’. Le sepolture meno conosciute

9 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: la Villa di Rufino Vinicio Opimiano

10 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: una grande villa tra Via Anagnina e Via Sant’Andrea

11 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: 'Quarto Montioni', tra ville romane reali e presunte

12 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: Valle Marciana e La Torretta. Ville, strade e sentieri antichi

13 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: Villa Senni e Via Sant’Andrea, le antiche strade di collegamento

14 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: l’importante patrimonio di Borghetto. Mausolei, ville romane, tracciati

15 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: dal ‘Litta’ fino alla Cipiriana e Valle Marciana. Antiche piscine, vie ed edifici nascosti

16 -Grottaferrata e la Carta Archeologica: la grande villa romana verso 'Capo d'Arco'. Le evidenze di Bagnara, il ‘tempietto’ a Valle Marciana

17 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: la villa romana alle suore francescane. Il mausoleo e le sepolture perdute all’ex Casale Santangeli

18 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: tra l'Abbazia, Via del Grottino e Viale Kennedy alla ricerca di evidenze sconosciute

19 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: dalle opere antiche di Viale Kennedy fino ai tracciati delle ville Muti – Grazioli - Cavalletti

20 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: la grande villa romana tra Viale Dusmet, Via della Cipriana e Villa Grazioli

21 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: Villa Muti, Villa Grazioli e i resti di età imperiale

22 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: l’area di Via del Fico, un sito rilevante (e urbanizzato). Le ville, i sepolcreti

23 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: la zona di Villa Cavalletti e il colle citato da Plinio. La necropoli, i reperti

24 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: strade e tombe verso S.Anna. Le ville romane della zona

25 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: le grandi ville di Campovecchio e ‘Formagrotta’

26 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Castel de Paolis a Villa Gioacchini. Ville, strade, grandi cisterne

27- Grottaferrata e la Carta Archeologica, evidenze sparse: Il Fico, Castel de Paolis, Quattrucci, Casalaccio, S. Antonio. La tomba di Boschetto

28 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: le tombe di Vigna Schiboni e Via della Pedica, i ruderi in Via Vicinale Aldobrandini, le sorgenti tuscolane

29 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: l’edificio romano di Valle della Noce e la grande villa di Colle delle Ginestre (di Cicerone?)

30 -Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Colle delle Ginestre alla Pedica fino a Tuscolo. Cisterne, ville, un'antica 'stazione di posta'

31 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: le vie per Tuscolo, le quattro strade, le distruzioni, i percorsi della Via Latina

32 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: le ville romane dell’area di Via dei Peschi e Macchia Borghese

33 -  Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Squarciarelli al Roseto e oltre. Il ponte romano di Via di Rocca di Papa

34 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Roseto fino a Madonna della Molara e Via San Nicola

35 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: il ponte di Castel Molara, il sepolcreto di Villa Reali, la villa distrutta dall’edilizia alla Pedica

36 -  Grottaferrata e la Carta Archeologica: S. Giuseppe, Viale XXIV maggio, Villa Rasponi e Tuscolo. Tra mausolei, sepolcri e cisterne

37 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: le ville di Viale Vittorio Veneto e quelle ai confini con Marino

38 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: da Squarciarelli a Campovecchio. Le notizie sull’acquedotto Giulia

39 - Grottaferrata e la Carta Archeologica, rilievi sparsi: Via Anagnina, Cimitero, Cipriana, Villa Cavallini

40 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: Villa Senni, presso Ad Decimum. Gli studi sulle grandi strutture antiche

41- Grottaferrata e la Carta Archeologica: ancora tra Villa Senni e Ad Decimum. Curiosità e scoperte

42 - Grottaferrata e la Carta Archeologica: siti sparsi in un territorio sorprendente. Borghetto, ville e tombe sulla Via Anagnina, Pratone

 

Info:

Grottaferrata, quando si fa finta che la Carta Archeologica non esista...

Grottaferrata, la Carta Archeologica: uno strumento fondamentale (e poco considerato) per il futuro del territorio

Grottaferrata, in Via di Rocca di Papa c’è un ponte romano dimenticato. Storia di una 'rimozione' - FOTO