COLLEFERRO - Il Colleferro prova a mettersi alle spalle la beffa subita in quel di Terracina. La squadra di mister Antonio Battistelli ha ceduto per 2-1 sul difficile campo del Terracina nel match d’apertura del campionato d’Eccellenza. “Una partita in cui è accaduto davvero di tutto – racconta Roberto Galeazzi, esterno o mezz’ala classe 1997 al suo sesto anno in rossonero – Dopo pochi minuti abbiamo perso Felici per uno scontro col portiere avversario e la sua assenza si è aggiunta a quelle di altri giocatori importanti come Cerroni e Amici.

Poi al quarto d’ora abbiamo subito un calcio di rigore con contemporaneo cartellino rosso ad un altro giocatore esperto come Lisi e il Terracina è passato in vantaggio. Ma a quel punto la squadra ha reagito compattandosi e non avendo reazioni isteriche, ma continuando a giocare a calcio fino al gol del pareggio di Tornatore a un quarto d’ora dalla fine del match. Poi l’arbitro ha concesso cinque minuti di recupero, ma ha fatto continuare anche oltre e il Terracina ha trovato il gol del successo al 96esimo. Davvero una beffa, anche se le partite come quella di domenica ci dicono che siamo sulla strada giusta: volevamo riscattare il k.o. pesante subito in Coppa Italia contro la Lupa Frascati e a livello di prestazione lo abbiamo fatto. Inoltre abbiamo giocato con sette colleferrini nella formazione iniziale più altri che sono subentrati e questo è un aspetto da rimarcare”.

Galeazzi descrive il clima sereno che si respira a Colleferro: “L’ingresso della nuova proprietà ha dato una forte spinta: la società vuole crescere nel giro di poco tempo e sta facendo passi concreti per riuscirci. C’è una bella atmosfera dentro e fuori dal campo, ora sta a noi capire che l’Eccellenza è una categoria dove devi limitare al massimo gli errori”. Domenica i rossoneri ospiteranno l’Audace per il debutto casalingo in campionato: “Conosco molto bene Denni che è un amico e so che loro fanno sempre delle buone squadre, quindi dovremo stare attenti e concentrati. Comunque sono certo che i risultati non tarderanno ad arrivare e centreremo gli obiettivi prefissati”.