I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

COMUNI

Marino: l'Amministrazione 5 Stelle presenta le linee guida del nuovo PRG

MARINO (politica) - Appuntamento venerdì 22 febbraio alle ore 17 in Sala consiliare

ilmamilio.it - nota stampa

L'Amministrazione pentastellata rompe il silenzio e dissipa le voci sull'atteso piano regolatore, annunciando un incontro pubblico in cui presenterà i suoi indirizzi, dal titolo "Ambiente e strutture urbane: Linee guida per una nuova concezione pianificatoria di Marino".

Appuntamento nella Sala Consiliare del Comune di Marino, Palazzo Colonna, venerdì 22 febbraio ore 17.

La presentazione sarà fatta dall'assessore all'Urbanistica, Andrea Trinca, esperto di urbanistica, di ingegneria naturalistica e di bioarchitettura. Verrà coadiuvato dall'Ing. Manuel Casalboni, vicepresidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, esperto di ricerca per lo sviluppo sostenibile.

L'incontro, con il partenariato del Comune di Marino, è stato organizzato dagli iscritti di Marino di Italia Nostra (sez. Castelli Romani), con intenti così sintetizzati dal loro coordinatore Mauro Abate: "Riteniamo che un dialogo costruttivo tra l'Amministrazione e le parti sociali sia il migliore viatico per realizzare la tutela dell’ambiente e la valorizzazione del territorio".

umbriaesemble

 

 

 

 

 

 

Sarà quindi un incontro reciprocamente informativo tra l'attuale Amministrazione del Comune di Marino, le associazioni di tutela dell'ambiente e del retaggio storico-paesistico radicate nel territorio di Marino, nonché i cittadini di Marino.

Cinque associazioni parteciperanno ai lavori:

- A.D.A. Argine Divino Amore;

- Associazione Contro la Cementificazione;

- Circolo "Il Riccio" di Legambiente Onlus;

- Comitato di Quartiere di Santa Maria della Mole;

- Italia Nostra Onlus, iscritti di Marino.

I veri protagonisti dell'incontro saranno tuttavia i cittadini di Marino, a cui è rivolto. L'obiettivo primario infatti è di informare e rendere partecipe la popolazione, anche tramite le associazioni che le rappresenta. Sia le associazioni che i cittadini potranno esprimere il proprio punto di vista o esigenze, che l'Assessore Trinca si è impegnato ad ascoltare e a tenere presente.

I marinesi agognano a lasciarsi alle spalle anni bui e ad avviarsi a uno sviluppo sostenibile e prospero, logori dopo decenni di crisi economica e di una pianificazione urbana volta soprattutto alla cementificazione, che hanno disgregato il tessuto socio-economico della città castellana.

"Finalmente si cambia pagina. Dalla disastrosa variante generale del 2004, dalla variante di perimetrazione dei nuclei abusivi del 2011, dalle innumerevoli varianti puntuali e dai programmi integrati d'intervento... tutti strumenti che hanno avuto il solo ed unico scopo di aumentare a dismisura le cubature.
Si passa ad una pianificazione sostenibile pensata per i cittadini e per l'utilità pubblica. Per cambiare 15 anni di disastro urbanistico e ambientale ci vorrà del tempo, ma oggi cominciamo il cammino, uno tra i più difficili e coraggiosi che un'amministrazione possa compiere. 
L'insufficienza della rete viaria, la mancanza di parcheggi e la scarsità di verde pubblico sono le patologie del territorio più evidenti che siamo costretti, purtroppo, noi marinesi a vivere sulla nostra pelle. 
Il nuovo piano regolatore di Marino sarà concepito per aumentare la qualità della vita dei cittadini con un percorso di trasparenza e partecipazione! Con buona pace degli ex amministratori ed ex dirigenti che ora, tra le fila delle opposizioni, si ergono ad esperti urbanisti dopo i plastici disastri causati al territorio in una difesa, tanto grottesca quanto scriteriata, degli strumenti da loro congeniati, i cui scopi erano e sono chiari a tutti i cittadini marinesi", commenta l'assessore Trinca.

mercatino grottaferrata ilmamilio

Pomezia, recupero edifici occupati sul demanio: continua il lavoro di sicurezza e ripristino della legalità

exBiagio pomezia ilmamilioPOMEZIA (attualità) - Operazione sull'edificio del "Piccolo porto"

ilmamilio.it - nota stampa

Nella scorsa settimana, polizia locale, carabinieri e capitaneria di porto, assieme a tecnici degli uffici comunali, hanno provveduto a liberare un immobile occupato abusivamente sul demanio, già oggetto di decadenza di concessione.

"È la seconda concessione che il Comune di Pomezia revoca nel giro di pochi mesi – dichiara l’assessore Giovanni Mattias - questo atto ne anticipa altri tre, su cui si stanno definendo gli iter amministrativi. Le concessioni liberate, potranno essere nuovamente assegnate tramite bando pubblico e recuperate."

La prima concessione, revocata a dicembre anche a causa di omessi versamenti del canone a partire dall'anno 2011, di circa 800 metri quadri, è posta in corrispondenza del centro di Torvajanica e si tratta dell’area prospiciente l'immobile alberghiero ex-biagio/miramare. La seconda, posta sulla passeggiata a mare all'altezza di viale Francia, è di circa 3800 mq, con strutture di cemento in stato precario e di difficile rimozione, corrisponde alla struttura denominata “Piccolo Porto”, revocata anche questa a causa di omessi versamenti a partire dall'anno 2008 per circa 318 mila euro.

umbriaesemblemercatino grottaferrata ilmamilio

"Ripristiniamo la legalità e liberiamo gli edifici occupati che in questo modo possono tornare a disposizione della collettività – dichiara il Sindaco Adriano Zuccalà – manterremo costante l’azione di monitoraggio ed intervento sul territorio. Nell’occasione, ringrazio per la collaborazione le forze dell’ordine e, soprattutto per il caso del “Piccolo Porto”, gli uffici Tutela Animali, della ASL e del Dipartimento Veterinario, nonché del servizio Socio Assistenziale del Comune di Pomezia."