I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

---

COMUNI

Aldo Moro, De Gasperi ma anche Giorgio Bassani. Nelle tracce di Maturità anche il prof che insegnò a Velletri

bassani giorgio1VELLETRI (letteratura) - All'opera oltre 509mila studenti che si stanno cimentando nella prima prova scritta. Quella di italiano

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Tracce importanti, significative, profonde soprattutto per il delicato momento sociale, economico e non ultimo politico che l'Italia e l'Europa stanno attraversando.

La prima prova dell'esame di Maturità, che in queste ore sta tenendo sulle sedie dopo averli tenuti sulle spine 509mila studenti superiori italiani, porta in primo piano Alcide De Gasperi ed Aldo Moro (due giganti della storia nazionale) ma anche i temi dell'uguaglianza - per così come riferiti nella Costituzione italiana - e, per ciò che ci riguarda più da vicino, Giorgio Bassani ed il suo capolavoro "Il giardino dei Finzi Contini", altra scelta particolarmente illuminata di questi tempi.

floraleda sacchi

Una bella selezione, c'è davvero di che fare i complimenti alla commissione che ha saputo delineare queste tracce che, ancora una volta, portano - seppur indirettamente - Velletri in prima pagina-

Non è infatti un mistero che Bassani, scrittore ferrarese di origine ebraica, abbia insegnato italiano nella città veliterna tra il 1951 e il 1954 presso Istituto d’Arte “Juana Romani”. Tre anni importanti nei quali Bassani inizia a farsi conoscere sulla scena letteraria italiana fino a conquistare nel 1956 il premio Strega.

Altra attinenza romana l'autore emiliano ce l'ha, e forte, con Santa Marinella, rinomata località del litorale romano settentrionale dove si era rifugiato, presso l'hotel Le Najadi, per comporre proprio il suo capolavoro, il "Giardino dei Finzi Contini", vicenda di una famiglia proprio sullo sfondo delle legge razziali.

Terribile attualità, ad ampio spettro, con riflessi diretti anche con quanto sta accadendo al confine tra Stati Uniti e Messico (LEGGI Se questo è l'uomo: che separa i figli dai padri, che tollera zero. Il monito: "Che la pietà non vi sia di vergogna").

Per Velletri, già balzata agli onori delle cronache nazionali per avere la sua ministra Elisabetta Trenta, un altro bel momento di gloria. Una città, quella di Velletri che soprattutto in questi ultimi anni sta riscoprendo il "suo" Giorgio Bassani.

 

Monte Compatri: il targa system entra in funzione e fa secche 28 auto senza revisione o assicurazione

MONTE COMPATRI (attualità) - Il sindaco: "Tolleranza zero per chi non è in regola"

ilmamilio.it - comunicato stampa

Ventotto veicoli su 215 controllati, sono risultati privi di revisione o assicurazione: sono i numeri dei primi due giorni di controlli per la sicurezza stradale, effettuati dal 18 giugno con il targa system; un sistema che permette la verifiche sulla regolarità delle automobili che circolano a Monte Compatri.

“Come da disposizioni dall’articolo 180 del CdS, è previsto il sequestro del mezzo con contrassegno di Rc auto scaduto verranno quindi convocati nei prossimi giorni i proprietari per gli adempimenti conseguenti. Abbiamo iniziato lunedì scorso, ma il nostro obiettivo è proseguire su questa buona strada”, comunica il sindaco Fabio D’Acuti.

“Vogliamo togliere dalla circolazione i veicoli pericolosi per la sicurezza stradale o sprovvisti di RcA. Il Targa System è l’ultimo ritrovato del mondo dei telelaser, un dispositivo che dimostra la regolarità dell’assicurazione, della revisione e del mezzo stesso; anche per veicoli con targa estera.  Può essere una videosorveglianza fissa o mobile (installata sui in movimento del comando della Polizia locale; una volta scansionata la sequenza di lettere e codici, invia le informazioni ad un server che, collegato con il Ministero dei Trasporti, verifica se l’autoveicolo è rubato o è nella blacklist della Polizia; se la revisione è stata fatta; se c’è la regolare copertura assicurativa”, aggiunge il primo cittadino monticiano.

“L’apparecchio funziona di notte e con la pioggia, non c’è rischio che i dati vengano dispersi. Abbiamo deciso di utilizzare questo mezzo per aumentare gli standard di sicurezza: non solo perché guidare un veicolo senza assicurazione, infatti, significa problemi nel risarcire le eventuali vittime di sinistri. Il traguardo è quello di non far transitare nelle nostre strade automobili fuorilegge”, conclude il sindaco Fabio D’Acuti.

 

Foto d'archivio

floraleda sacchi