Colonna | Il Comune paga 5mila euro un professionista per “tradurre” la relazione Arpa sulla puzza

Pubblicato: Lunedì, 24 Gennaio 2022 - Federico Smacchi

COLONNA (attualità) – L’amministrazione si affida a un ricercatore per semplificare la terminologia usata dall’Agenzia per la protezione ambientale nei report sull’inquinamento dell’aria

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

L’amministrazione comunale di Colonna si è affidata ad un professionista per rendere comprensibili i report redatti da Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale, riguardanti il problema di lunga data degli odori nauseabondi che tormentano i residenti delle zone vicine all’area industriale che insiste su San Cesareo e Monte Compatri.

Stando alla delibera 83 del 16 dicembre 2021, i report consegnati da Arpa sarebbero caratterizzati da una terminologia tecnica “dalla quale si evince che ci siano delle problematiche legate agli odori ma non vi è certezza della provenienza”. Per questo motivo il Comune ha deciso di affidarsi a un professionista in grado di “tradurre” la relazione contenente anche delle indicazioni sulle azioni da intraprendere per risolvere l’annoso problema.

Costo dell’operazione: 5.000 euro della comunità.

colline centrosportivo2 frascati ilmamilio
Farmacia Pratone1 grottaferrata ilmamilio

Sulla provenienza degli odori i residenti sembrano tuttavia avere le idee molto chiare. Ogni giorno sui social compaiono testimonianze e nuovi video che inquadrano i fumi tossici provenienti dall’area industriale, problema al quale si aggiunge quello dell’inquinamento acustico generato dagli impianti, nonostante il più preoccupante rimanga quello della qualità dell’aria che i cittadini sono costretti a respirare.

Una situazione che negli anni ha portato alla nascita di associazioni e comitati, come quello dei residenti di Campo Gillaro, la zona più colpita, situata nel comune di San Cesareo. Se da un lato si apprende dai social che è in atto un dialogo tra i cittadini e le istituzioni, dall’altro il problema persiste e la relazione che il Comune di Colonna ha commissionato è ancora un piccolo passo rispetto a una soluzione che sia definitiva.

Comunita Tuscolana banner ilmamilio

Amministrazione colonnese che nella delibera in questione ha anche ricordato le azioni intraprese dal 2019 – anno di insediamento dell’attuale sindaco Fausto Giuliani – ad oggi, come gli incontri avvenuti tra i sindaci dei tre comuni coinvolti, le richieste, poi esaudite, per l’installazione di centraline per rilevare l’inquinamento dell’aria, nonché l’atto di sindacato ispettivo presentato in Senato da Bruno Astorre, Parente e Cirinnà, sempre nel 2019.

Non rimane che aspettare che la relazione sia resa pubblica. Intanto però, per i residenti delle zone colpite l’incuba continua, e chissà ancora per quanto.

vivace3 banner ilmamilio
acquacita ilmamilio


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna