Il punto di vista dei milionari sulle criptovaluta: dovresti investirci?

Pubblicato: Martedì, 07 Settembre 2021 - redazione attualità

andamento bitcoin ilmamilioROMA (attualità) - Qualche consiglio e suggerimento per muoversi in questo bizzarro scenario

ilmamilio.it

Secondo il Millionaire Survey della CNBC, quasi la metà dei milionari del presente millennio possiede almeno il 25% della propria ricchezza in criptovalute, in quanto il boom delle criptovalute continua a creare ricchezza tra i giovani, che sono stati tra i primi ad affrontare l’investimento.

Il punto di vista dei milionari sulle criptovalute

Circa il 47% dei milionari millennial intervistati ha più del 25% del proprio patrimonio investito in criptovalute, secondo il sondaggio a cui hanno partecipato oltre 750 investitori con almeno 1 milione di dollari in attività investibili. Più di un terzo dei milionari del presente millennio possiedono almeno la metà della propria ricchezza investita in criptovalute.

I risultati evidenziano un nuovo divario generazionale nella creazione di ricchezza grazie alle criptovalute, con investitori più giovani che hanno individuato presto la nuova tendenza in grado di permettere di guadagnare grandi fortune e far crescere i loro investimenti esistenti, grazie all'impennata dei prezzi di bitcoin, etere e altre valute digitali.

Secondo il sondaggio, l'83% dei milionari americani non ha nulla della propria ricchezza investito in criptovalute e solo 1 su 10 mantiene più del 10% della propria ricchezza in valute virtuali. Nessuno dei milionari dell’epoca dei baby boom o delle generazioni più anziane ha più del 10% del proprio patrimonio investito in monete digitali.

L'importanza delle criptovalute per i giovani milionari potrebbe spostare il settore della gestione patrimoniale, poiché banche private, broker e società di gestione patrimoniale si stanno affrettando per soddisfare una nuova clientela che possiede grandi investimenti in criptovalute. Nei prossimi anni, la chiave per attirare la prossima generazione di clienti facoltosi potrebbero essere più le monete virtuali piuttosto che le azioni, le obbligazioni, il private equity e gli hedge fund tradizionali.

Il divario generazionale tra i milionari è ancora più netto quando si prendono in considerazione i token non fungibili. La maggior parte dei milionari che hanno partecipato allo studio afferma di non conoscere cosa sia un NFT (Non Fungible Token) e più di un terzo sostiene che essi siano solo una "moda esagerata". Eppure secondo due terzi dei milionari del millennio, le NFT "saranno la prossima grande novità del mercato".

Il 40% dei milionari del millennio intervistati afferma di non possedere attualmente un NFT ma di averne preso in considerazione l'investimento. Ciò si rapporta con ben il 98% dei milionari del baby boom che afferma di non possedere alcun NFT e che non li sta prendendo nemmeno in considerazione.

Puoi diventare un milionario con le criptovalute?

I prezzi delle criptovalute hanno raggiunto nuove vette negli ultimi mesi e molti investitori stanno cercando di entrare in azione.

Investire in criptovalute può essere potenzialmente redditizio, soprattutto se riesci a investire nel momento giusto. Se avessi investito $1.000 in comprare Bitcoin un decennio fa, ad esempio, avresti più di $15 milioni oggi, supponendo che tu abbia mantenuto i tuoi investimenti e non abbia venduto durante quel periodo di tempo.

Sebbene sia possibile diventare milionari con la criptovaluta, ciò non significa che tutti gli investitori raggiungeranno questo obiettivo. Quindi, quanto è probabile che diventerai ricco con le criptovalute?

Comprendere il rischio contro la ricompensa

È facile farsi coinvolgere dai notevoli aumenti di prezzo delle criptovalute: Bitcoin è aumentato del 372% nell'ultimo anno, il suo concorrente Ethereum è aumentato di oltre il 1.500% nello stesso periodo e Dogecoin è cresciuto di oltre il 19.000%.

Basandosi solo su questi numeri, sembra difficile non diventare ricchi con le valute digitali, ma è importante ricordare che i rendimenti passati non corrispondono necessariamente ai guadagni futuri e le criptovalute sono ancora un investimento ad altissimo rischio.

I prezzi delle monete virtuali potrebbero continuare a salire, ma potrebbero altrettanto facilmente precipitare. In effetti, il prezzo di Bitcoin è già sceso di oltre il 26% negli ultimi mesi, dimostrando che la criptovaluta è incredibilmente volatile.

Conviene investire in criptovalute?

Se sei un investitore relativamente avverso al rischio, l'acquisto di criptovalute potrebbe portare a molte notti insonni durante i periodi di volatilità.

Bitcoin scende regolarmente di almeno il 20% e in passato ha perso fino all'80% del suo valore. Se stai iniziando a sudare freddo solo pensando al crollo dei tuoi investimenti di ben l’80%, le criptovalute potrebbero non essere per te l'opzione migliore.

Inoltre, assicurati che la tua situazione finanziaria sia in buone condizioni prima ancora di considerare di investire in criptovalute. Investi solo denaro che puoi permetterti di perdere e ricontrolla di avere un solido fondo di emergenza con un risparmio che possa coprire almeno tre o sei mesi.

Infine, assicurati di avere un portafoglio solido e diversificato. Poiché le criptovalute sono così rischiose, è bene avere un solido portafoglio di base con una solida password su cui contare se i tuoi investimenti in criptovalute si deteriorano.

La criptovaluta può essere un investimento redditizio, ma è anche uno degli investimenti più rischiosi in circolazione. Soppesando rischi e benefici, sarà più facile decidere se investire in monete digitali sia la tipologia di investimento giusta per te.


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna