Associazione “Salute Ambiente” invita sindaci di Albano, Ardea, Ariccia e Pomezia a costituirsi nel ricorso al Tar contro la discarica

Pubblicato: Giovedì, 28 Ottobre 2021 - Redazione attualità

ALBANO LAZIALE (attualità) - Il ricorso presentato dai cittadini si discuterà il 2 novembre 

ilmamilio.it - nota stampa 

Riceviamo dall’Associazione Salute Ambiente Albano Cancelliera e pubblichiamo.

“In data odierna la nostra associazione ha chiesto formalmente ai quattro sindaci dei comuni di Albano-Massimiliano Borelli, Ardea-Mario Savarese, Ariccia-Gianluca Staccoli e Pomezia-Adriano Zuccalà di costituirsi ad adiuvandum nel ricorso al Tar del Lazio promosso da cittadini, associazioni e comitati territoriali in vista della prima udienza del 2 novembre.

Alla luce del grave stato di inquinamento in cui versa la discarica di Albano, certificato in modo chiaro ed inequivocabile da Arpa Lazio, ci sembra il minimo che si possa fare.gottodoro mamilio Al Tar saranno presentati anche gli esiti delle ultime analisi dell’Arpa su acqua e rifiuti che mostrano il superamento dei limiti di legge per molti agenti inquinanti nelle acque e nei rifiuti conferiti, come da noi denunciato nei giorni scorsi. vivace3 banner ilmamilioUn livello di aggressione alla salubrità del nostro territorio e alla nostra salute che non può essere accettato senza una degna reazione da parte delle istituzioni che rappresentano questo territorio.Farmacia Pratone1 grottaferrata ilmamilio

Per conoscenza, abbiamo inviato in nostro invito anche alle Procure di Velletri e Roma, al Commissariato di Polizia di Stato di Albano, ai Carabinieri del N.O.E. (Nucleo Operativo Ecologico) di Roma, nonché alla Caserma operativa dei Carabinieri di Castel Gandolfo.

freeTime giugno2021

fitness acqua colline ilmamilio


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna