I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Frascati, crisi di maggioranza. Fiasco: "Epilogo scritto, tanti gli errori del sindaco"

FRASCATI (politica) - Intervista al consigliere di opposizione

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Una crisi politica ormai conclamata con la bocciatura del Consolidato 2018: il sindaco Mastrosanti, che probabilmente conta di riuscire a tenere in piedi la baracca pescando in opposizione, non ha più di fatto una maggioranza.

LEGGI Frascati - Il Consolidato 2018 non passa, si apre la crisi per la inesistente maggioranza di Mastrosanti

Consigliere Fiasco: lunedì 26 Maggio, il sindaco Roberto Mastrosanti in Consiglio comunale ha dichiarato la crisi ufficiale della maggioranza

Più volte ha detto che la maggioranza non era più solida. Ha avuto ragione. Innanzitutto un ringraziamento alla redazione de ilmamilio.it, sempre attenta alle dinamiche politiche della città. È ufficiale la crisi della maggioranza e soprattutto la crisi politica della città di Frascati. Più volte come Frascati Futura e Cambiamo, abbiamo evidenziato di come la Maggioranza esprimesse culture politiche diverse e la mancanza di progettualità per governare la città.

gierreauto200513

Secondo lei dove ha sbagliato il Sindaco Roberto Mastrosanti?

Partiamo dal presupposto che siamo esseri umani e gli errori li commettiamo tutti. Ritengo che il Sindaco abbia cercato costantemente una nuova verginità politica, dimenticandosi che insieme al Partito democratico è stato corresponsabile della crisi economica finanziaria della città di Frascati. È mancata incisività politica e poi aver aderito ad Italia Viva, lo ha portato ad una rincorsa costante nell'area culturale della sinistra.

La maggioranza si professa civica dalla campagna elettorale, ma evidentemente le cose non sono affatto così. Cosa ne pensa?

È una menzogna, è evidente. È giunto il momento definitivo di fare chiarezza con il finto civismo. Se un Sindaco aderisce ad un qualsiasi partito, automaticamente colloca la sua Maggioranza in un'area politica. Ricorda il comunicato del consigliere comunale Mattia Ambrosio a ilmamilio.it? Dichiarava l'uscita dalla maggioranza per l'ingresso del sindaco con Italia Viva. Dopo qualche giorno, Ambrosio fece retromarcia.

Oggi, Fiasco, non è più tesserato con partiti. Conferma?

Confermo che non sono più tesserato con i partiti. La mia area politica è nel centro destra. Con i collaboratori portiamo avanti politiche per la città, rappresentando Frascati Futura e Cambiamo. Riteniamo il centro destra di Frascati inesistente in quanto Forza Italia governa con Italia Viva. Fratelli d'Italia Frascati sostenne Italia Viva con la presenza di Fabio Rampelli al ballottaggio per Roberto Mastrosanti ed infine la Lega Frascati, con il Comuni stampa contro il Carnevale frascatano, ha dimostrato non appartenenza alla comunità frascatana.

Quale futuro politico per la città di Frascati?

Viviamo la liquidità di Bauman, una società liquida. Occorre ricostruire un tessuto sociale e culturale, in quanto la città di Frascati ha un grande potenziale. Sarà voto anticipato? Il Sindaco ha aperto ufficialmente la crisi. In queste condizioni politiche difficile andare avanti. Sicuramente dovrà aprire un dibattito con tutti i gruppi Consiliari e capire se conviene andare avanti. Purtroppo per la città di Frascati la vedo molto dura. Lo stesso Sindaco, per ritrovare una nuova verginità si è circondato di soggetti spocchiosi, arroganti e presuntuosi. Purtroppo ci sta rimettendo un'intera città.

todis montecompatri banner ilmamilio