VIDEO/FOTO - Castel Gandolfo, in spiaggia gli operatori sanitari della Asl Roma 6 del progetto "Spiagge Serene". Terza seguitissima tappa

Pubblicato: Sabato, 06 Agosto 2022 - redazione attualità
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 6 persone, persone in piedi e attività all'apertoCASTEL GANDOLFO (attualità) - dopo quelle di Anzio alla Riviera Mallozzi e alla spiaggia della Proloco a Nettuno. 
 
ilmamilio.it

A Castel Gandolfo terza seguitissima tappa del progetto della Asl Roma 6 "Spiagge Serene, che durerà con altre giornate fino al 3 settembre (anche al lago di Nemi oltre che sul litorale) dopo quelle di Anzio alla Riviera Mallozzi e alla spiaggia della Proloco a Nettuno.

> GUARDA LE FOTO

centroEstivo freeTime ilmamilio

Questa mattina le infermiere, gli infermieri ed altre importanti figure sanitarie come assistenti sociali, operatori del dipartimento di sicurezza, nutrizionisti e altri colleghi che operano in vari e importanti settori sociosanitari, hanno dimostrato sotto i gazebi e in spiaggia come si possono evitare le insidie estive sulle spiagge lacustre ed intervenire celermente in caso di malori con l'uso di massaggi cardiaci, respirazione bocca a bocca o come usare il defibrillatore.

Sono intervenuti per un saluto sulla spiaggia del "Saroli Tennis e Vela" anche il senatore Bruno Astorre con la moglie Francesca Sbardella, sindaco di Frascati, alcuni dirigenti dei settori Asl Roma 6 coinvolti nell'iniziativa e le due pattuglie della polizia fluviale, dirette dall'ispettore Davide Trisolino, che nel week end svolgono servizio nelle acque lacustri nell'ambito del progetto Lago Sicuro in collaborazione con il comune di Castel Gandolfo.

Il primo cittadino Alberto De Angelis, impossibilitato ad intervenire sul posto per altri impegni istituzionali fuori comune, ha mandato i suoi saluti e il suo ringraziamento agli organizzatori per la preziosa e pratica iniziativa. Qualche giorno fa proprio 4 giovani  bagnini di alcuni stabilimenti balneari lacustri, Gabriele, Marco, Fabrizio e Leonardo, avevano tratto in salvo una famiglia di indiani, padre, madre e figlia di 10 anni, che stavano annegando al centro del lago dove si erano avventurati con il pedalò incuranti delle boe rosse che avvisano del pericolo dell'acqua alta e di non oltrepassare quel limite pericoloso. Anche alcuni turisti tedeschi 3 giorni fa sono stati aiutati a rientrare a riva mentre erano in difficoltà al largo del lago col vento forte. 

colline centroEstivo22 ilmamilio


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna