I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa: abusivi, antenne e Mondo Migliore. Il silenzio degli inadeguati

crestini calcagni

ROCCA DI PAPA (attualità) - Sulle tematiche importanti la maggioranza è completamente uscita di scena. Meglio raccontare di sfalci e passeggiate alla luce delle stelle

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Non servono quasi neanche più le operazioni di facciata, quelle da cortina fumogena. I cittadini di Rocca di Papa sembrano talmente rassegnati da alzare le spallucce: come un noto esponente della maggioranza fece a suo tempo. C'è da riflettere: è un assessore in pectore.

L'inadeguatezza amministrativa della maggioranza e del sindaco protemporeggiatore di Rocca di Papa non sembra avere più confini e travolge tutto, ogni cosa, ogni argomento che venga a balzare agli onori delle cronache. Inadeguatezza nel senso pieno, della finora dimostrata non capacità di affrontare e risolvere i problemi del paese.

Dopo aver per settimane comunicato urbi et orbi del taglio delle erbacce - manco fosse stato realizzato il ponte di Messina -, dopo aver annunciato gli eventi in programma in questi e nei prossimi giorni, per la verità il sospetto che l'annuncio del furto del Doblò adibito al trasporto disabili fatto dal sindaco in persona (LEGGI l'articolo) possa servire a distogliere l'attenzione da quanto sta accadendo in queste ore al Mondo Migliore (LEGGI l'articolo de ilmamilio.it), appare lecito. Nel merito: perché annunciare il furto a 2 giorni di distanza dai fatti e proprio mentre a via dei Laghi ci sono diversi problemi da affrontare? E ancora: perché un mezzo così importante era parcheggiato in piazza Claudio Villa e non magari in qualche area più sicura? Il mezzo era dotato di antifurto?

Per il resto, stelle cadenti e sfalciature col trattore, solo silenzi. Solo tanti, troppi silenzi.

Un segno di impotenza evidente. Ma non solo.

Silenzio sul tema dell'abusivismo. Il sindaco, la sua vice e assessora delegata all'Urbanistica Giannone ed anche il presidente del Consiglio Massimiliano Calcagni avevano promesso, ripromesso, giurato e assicurato che si sarebbero fatti passi in avanti per cercare di dare risposte concrete alle decine e decine di famiglie di Rocca di Papa che temono per futuro della propria abitazione. Il tema delle perimetrazioni, la panacea di tutti i mali fu detto, dopo essere stato innalzato come il vessilo più luminoso di una battaglia per la legalità e per i "poveri cristi", è scomparso dall'agenda politica. Scomparsi anche quelli del Comitato Pro case. Chi continua invece a lottare, facendo sempre sentire la propria voce, sono quelli di Equi Diritti che periodicamente chiedono conto ad una Amministrazione evidentemente non in grado di dare risposte reali. Inadeguata.

Silenzio sul tema delle antenne. Dopo i fuochi d'artificio delle passate settimane, dopo aver gettato tutto in caciara rimettendo in mezzo Regione Lazio ed Arpa Lazio, come se anni ed anni di battaglie non fossero mai esistiti, sul futuro dei due impianti di Monte Cavo Vetta definitivamente bocciati dal Consiglio di Stato l'11 maggio scorso, non si è più detto né saputo più nulla. Dell'ordinanza di demolizione non c'è neanche l'ombra, di una reale linea politica neanche. Inadeguatezza amministrativa, dunque. Non per niente su questa vicenda il sindaco si era meritato l'appellativo di protemporeggiatore.

Identica impotenza di fronte al tema della carenza idrica, ma qui va detto che l'Amministrazione di Rocca di Papa è in buona compagnia, alla mercè della siccità che sta flagellando il centro-sud ma anche di un gestore del servizio idrico, Acea, che non si è fatto problemi di scaricare tutti i disagi di un intero territorio sulla sola provincia. Tanto che poco fa il Comune si è limitato, impotente come gli altri di fronte agli eventi, a diramare la nota con cui Acea annuncia ben 24 ore di distacco idrico (LEGGI l'articolo)!

Nelle ultime ore, infine e purtroppo per un'Amministrazione forse già in vacanza, è esploso il caso di Mondo Migliore. Interventi del sindaco? Nessuno. Interventi dell'assessore ai Servizi sociali? Nessuno. Interventi dell'ex delegato ai migranti (piuttosto, è rimasto lui, oggi assessore Gian Luca Zitelli?)? Nessuno.