I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

Grottaferrata, nuova differenziata: gli interrogativi di cittadini e commercianti

GROTTAFERRATA (attualità) – Dopo le prime assemblee, ancora da sciogliere i nodi sul codice RFID e i giorni di raccolta

ilmamilio.it 

Il nuovo calendario del Porta a Porta a Grottaferrata, che partirà il prossimo 15 Gennaio 2018, sta conoscendo la sua fase informativa nella comunità locale attraverso le prime assemblee. Riunioni che non hanno soddisfatto pienamente, almeno dalle segnalazioni che giungono e dai volantini (anche anonimi) che trafficano in città, sia i commercianti che i cittadini. I commercianti della ristorazione (bar, pizzeria, ristorante e alimentari) lamentano, ad esempio, l’assenza di amministratori e consiglieri alle riunioni a cui sarebbe presente esclusivamente la Tekneco. “Questa cosa non è soddisfacente – ci dice uno di loro – gradiremmo dal Comune un po' più di interesse perché i problemi sono complessi”. Ma c’è una questione, sopratutto, che sta emergendo: quella della ‘tecnologia’ applicata al nuovo corso.

petra nov2017 1
Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

“Il progetto su cui è basato per diventare uno dei Comuni virtuosi non si discute – afferma un volantino anonimo che sta circolando in queste ore tra gli esercizi commerciali - sul modo come viene applicato c’è qualcosa di cui discutere. Il risultato finale è che, messi i cittadini davanti al fatto compiuto, si invitano gli stessi a cambiare i mastelli portando indiero quelli vecchi. I nuovi saranno muniti di targhetta RFID adesiva, sembra per censire chi fino ad oggi ha pagato e no la Tari”. Da qui parte una riflessione che pare sia piuttosto diffusa in questi giorni (anche seguendo le segnalazioni dei singoli cittadini): “Sia i mastelli per le singole utenze e sia i carrellati grandi per utenze non domestiche e per condomini – recita il testo - non saranno chiusi. Qualcuno dice, ma è tutto da verificare, che i carrellati saranno dotati di chiusura con chiave speciale, però uguale per tutte le utenze non domestiche e per i condomini, quindi la problematica di seguito riportata rimane. Se qualcuno nel mio mastello singolo o nel carrrellato di un’utenza non domestica o sul carrellato del condominio, visto che le chiavi sono tutte uguali, getta la propria immondizia non differenziata cosa succede? Facciamo notare che a detta di molti cittadini questo evento si presenta, tanto per rimanere in tema, ad alta frequenza, per tutte le utenze. Furbi si nasce o si diventa? Comunque i questi casi l’operatore non raccoglie il tutto ed appone un bollino giallo a significare che ad esempio nella plastica ci sono le bottiglie di vetro. Alla seconda infrazione segnalata scatta il bollino rosso e la relativa sanzione per il singolo, per l’attività commerciale o per il condominio”.

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

“Nel millennio della tecnologia, anche quella RFID, senza nulla togliere alla Ditta che si è aggiudicata la gara – conclude il volantino - ci cono altri sistemi molto più controllabili e forse meno onerosi sia per il Comune che per i cittadini”.

Il dibattito, tra volantini, perplessità varie e presunte, e confronto con la ditta di gestione, prosegue. La speranza è che si arrivi al 15 gennaio 2018 con il giusto grado di sintesi tra le parti, onde evitare situazioni caotiche a causa di mancanza di informazioni e comunicazione.

magico natale

Pai

 


agenzia servizi

Clicca per scoprire i servizi dell'Agenzia

 

Commenti   

0 #2 TOMTOMfatti& 2017-12-06 10:10
MISfatti, FOIA e fact checking si scusano se escono fuori dalla monnezza! Dal 4 dicembre non si parla d'altro a Gtf. Nei bar, nelle panchine assolate, negli ambulatori, nei centri anziani della terza, quarta e quinta età. La colpa è di dei Sx MovimentistiNormalizzati 2017.
Il loro comunicato stampa dice: riconoscimento debiti fuori bilancio..
Una novità per Gtf che subito ha fatto il giro del paesello. I furbetti dei quartierini, le signore Maria, quillì dè qua dentro il triangolo dei conii, le volpi e le cicale e.... a chiedersi cos'è, chi lo può richiedere, lo possono fare tutti, ma se è un debito, poi chi lo paga?
L'ultima riflessione è delle signore Maria che domandano&dicono: se non ho i soldi e faccio
un DEBITO, questa Cosa è così urgente e indispensabile x non rinviarla?
Xché un DEBITO fatto "a cacchio!" lo pagheranno i miei figli e nipoti! Hai capito quissi!
A gtf ci vuole una Maria pure x la monnezza!
Citazione
0 #1 #stosereno 2017-12-05 13:06
E' il caso di parlare anche delle dimensioni, ridicole dei contentori.
Quello dell'indifferenziata, che passa da 2 ad 1 raccolta settimanale è forse anche più piccolo del precedente. Comunque sono tutti piccoli i contenitori. Prova ne sia che se si va in giro la mattina per il paese non si vede altro che una sfilza di buste depositate ovunque. Tutto per il decoro del paese. Ed alla richiesta in merito, ad una delle riunioni informative, la rappresentante della Tekneco si è subbito affrettata a dire: "le nostre proposte di modifica del servizio sono state accettate dal comune". Comune che ovviamente, almeno alla riunione di sabato scorso, non era presente con alcun rappresentante.
Siamo e rimarremo sempre dei sudditi......
Citazione

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna