I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino: la Ballico tra cento fuochi cerca di incerottare un nuovo assetto

CIAMPINO (politica) - Spazi di manovra ristretti ed appetiti e veti crescenti: Progetto Comune il fulcro di un equilibrio che bisogna trovare per forza

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il dato più curioso è quello di una sindaca che da subito appena insediata ha voluto gridare urbi et orbi di essere social e di parlare direttamente al popolo e che nel pieno del terremoto che sta facendo saltare la sua Amministrazione non comunica nulla. Fatta chiaramente eccezione per le neonate pagine Facebook fiancheggiatrici delle quali nel giro di pochi mesi non si ricorderà neanche il nome.

Sono ore complicate per la sindaca Ballico ed il quadro descritto ieri sera (LEGGI Ciampino: quel filo che lega il "monnezza gate" alle dimissioni di Cappello e al diktat di "Progetto Comune". Ballico in ansia) è talmente verosimile che questa mattina la prima cittadina avrebbe richiamato i suoi minacciando di andare tutti a casa.

gierreauto200513

Qualcuno si è messo paura, altri - quelli col pelo politico sullo stomaco - sono rimasti impassibili.

Ora una cosa è certa: quale che sarà l'assetto che uscirà da queste ore frenetiche, sarà comunque un assetto incerottato e destinato a vita breve. Perché finora, in un anno di governo, questa Amministrazione ha fatto pochissimo o forse nulla. E la maggioranza è dilaniata.

Troppo profonde le crepe, le spaccature interne, i veti incrociati e le diffrenze nella maggioranza. Troppo devastante l'effetto della formazione del gruppo "Progetto Comune" che è formalmente quello che in questa starebbe chiedendo spazi ed incarichi.

Poco importa, tutto sommato, se come gira voce gli assessori hanno riconsegnato le proprie deleghe (Folco Cappello compreso che però ancora una volta ha preferito non rilasciare dichiarazioni): perché la coperta è cortissima. Poco importa se sia stata la sindaca a riprendersele. Potrebbe trattarsi di un colpo di teatro o addirittura di una bufala che nulla sposta nel quadro generale.

Gente Libera di qua, Progetto Comune di là: gli assessori Marcello Muzi (l'animatore di Progetto Comune), Massimo Grasso e lo stesso Folco Cappello tra i più attenzionati in un equilibrio che sta cadendo. E Fratelli d'Italia?

Sullo sfondo il famoso caso "monnezza gate", (ma anche il caso "mascherine", ancora non completamente perimetrato) appeso tra l'affare di lana caprina e la bomba in grado di far saltare la Ballico.

A Ciampino tutto oggi è un'incertezza con troppi attori a tirare la corda. E la corda si è già spezzata.

todis montecompatri banner ilmamilio