I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa, famiglia avvelenata dai funghi: fuori dalla teparia intensiva la 16enne

amanita falloideROCCA DI PAPA (cronaca) - Restano gravi le condizioni di alcuni degli altri componenti della famiglia intossicata. La ragazzina trasferita in un altro reparto del "Bambino Gesù"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

primi si diventa

In un quadro generale ancora poco definito, c'è una buona notizia e riguarda la più giovane delle persone che sono rimaste intossicate da funghi velenosi sabato scorso, 8 settembre, e tutte appertenenti ad un nucleo famigliare di Rocca di Papa.

LEGGI Mangiano funghi velenosi, intera famiglia di Rocca di Papa intossicata: 6 gravi in ospedale

La 16enne, che si era recata al "San Sebastiano" di Frascati il giorno successivo all'ingestione dei funghi che erano stati raccolti da un 78enne nei boschi tra Rocca di Papa e Velletri, gravemente intossicato anche lui, era stata poi trasferita d'urgenza al "Bambino Gesù" di Roma dove nelle scorse ore dopo diversi giorni di cure ha lasciato il reparto di terapia intensiva.

ashtanga yoga ilmamilio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il suo quadro generale, secondo quanto si apprende, è dunque migliorato e la ragazzina è ora stata trasferita in un altro reparto dell'ospedale pediatrico capitolino.

Restano invece gravi, sempre stando alle ultime informazioni al riguardo, le condizioni dei componenti adulti della famiglia e a destare maggiori preoccupazioni sarebbe uno dei due anziani.

In queste ore, e non certo casualmente, dall'ospedale pediatrico "Bambino Gesù" è stata diramata un nota con un vademecum sul consumo dei funghi ad uso ovviamente non solo dei bambini e dei ragazzi.

LEGGI Funghi velenosi, il vademecum del Bambino Gesù per non correre rischi

Nelle ore successive alla gravissima intossicazione, che ha messo e che mette ancora a repentaglio la vita della famiglia di Rocca di Papa, i guardiaparco hanno effettuato diversi sopralluoghi nei boschi per cercare di individuare i funghi raccolti dagli intossicati e comunque e per analizzare quanto presente nel sottobosco.

 

bcc mutuo

frascati rugby club2018