I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

---

Rocca di Papa, Iadecola (Pro-Case) su presunte demolizioni spontanee: «Crestini ha cambiato rotta sugli abusivi, siamo trattati come criminali»

ROCCA DI PAPA (attualità) - Nuova presa di posizione contro l'amministrazione

ilmamilio.it - comunicato stampa

«Dalla stampa apprendiamo come sarebbero iniziate “le demolizioni spontanee di alcune case, ville e manufatti abusivi, dopo le disposizioni comunali e le ordinanze del Tribunale di Velletri” e di come il sindaco Emanuele Crestini avrebbe commentato: “Stiamo lavorando sodo come amministrazione comunale per demolire tutti gli edifici abusivi del territorio, in collaborazione con la Procura e il Tribunale di Velletri […] Desideriamo vivere in una cittadina dove le cose, le case, le costruzioni, vengano fatte nel pieno rispetto della legge, dell’ambiente e dei vincoli paesaggistici”. Siamo stupiti dal repentino cambio di orientamento del primo cittadino di Rocca di Papa che, solo pochi mesi fa, era indaffarato a studiare il Piano Regolatore e a convocare tavoli tecnici fra sindaci e comitati, compreso il nostro, per trovare soluzioni congiunte. Oggi di punto in bianco gli abusivi sono un male da combattere, nocivo per l’immagine dell’intera comunità di Rocca di Papa. Caro sindaco non meritiamo tutto questo. Siamo anche noi cittadini di Serie A, siamo onesti lavoratori e padri di famiglia. Non siamo né ladri, né assassini. Non siamo criminali! Non possiamo accettare di leggere queste dichiarazioni sulla stampa, non rispettano la nostra dignità e non prendono in considerazione la complessità e delicatezza di ogni singola situazione.

Ci troviamo di fronte ad un primo cittadino che è palesemente venuto meno agli impegni presi due anni fa. Caro sindaco, i cittadini di Rocca di Papa sanno tutto e ricorderanno tutto. Fra due anni e mezzo, se non prima, non si tratterà più soltanto di equilibri di maggioranza e di aula. Lei e la sua maggioranza vi dovrete rimettere al voto popolare. Le assicuro già da adesso che i cittadini avranno memoria degli impegni presi e non mantenuti». Così in una nota il presidente del Comitato Pro-Case, Alessio Iadecola.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna