I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, Notargiacomo (FdI): "Inaccettabile silenzio su dimissioni assessore Cappello"

notargiacomo alessio ciampino ilmamilioCIAMPINO (politica) - Il consigliere di maggioranza ha appoggiato una mozione. "Da Folco gesto di coerenza rispetto alla crisi"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il consigliere comunale di Ciampino Alessio Notargiacomo, esponente di Fratelli d'Italia (stesso partito della sindaca Ballico), spiega in esclusiva a ilmamilio.it perché ha abbandonato la seduta on-line del Consiglio comunale di ieri 25 maggio.

"Le motivazioni che mi hanno spinto a votare una mozione e a dichiarare pubblicamente che stavo per lasciare la seduta, come ho fatto, sono legate al fatto che durante il Consiglio non si è fatto menzione alle dimissioni dell'assessore Folco Cappello (anche lui vicino a FdI), che ha deciso di lasciare il suo posto a causa della crisi della Giunta, provocata da altri partiti. Il gesto di Cappello è stato un atto di coerenza rispetto alla crisi".

LEGGI Ciampino: quel filo che lega il "monnezza gate" alle dimissioni di Cappello e al diktat di "Progetto Comune". Ballico in ansia

gierreauto200513

"Si è dimesso un assessore e nessuno ha detto niente, non un passaggio politico, non ho retto e quindi come atto civico ho votato e me ne sono andato per dimostrare il mio malcontento. Il mio è stato un atto di coerenza politica".

Queste le parole di Notargiacomo, che contrariamente a quanto suggerivano gli altri consiglieri, ovvero che fosse uscito dalla riunione perché contrario all'uso di strumenti di videoconferenza online (!?!), ha spiegato chiaramente la motivazione politica che lo ha spinto nel suo gesto.

La crisi di maggioranza continua.