Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

7 Luglio 1978, l'elezione di Sandro Pertini a Presidente della Repubblica - IL VIDEO

ITALIA - Un uomo entrato nella storia

ilmamilio.it

Il 7 luglio 1978 viene eletto al Quirinale Sandro Pertini. In un'Italia sconvolta dal rapimento e dall'omicidio di Aldo Moro, Pertini è il miglior interprete dei bisogni degli italiani. E' un uomo dal carattere diretto e schietto, l'ex comandante partigiano, la cui vicenda personale lo avvicina ancor più alla gente comune. 

Nato a Stella, in provincia di Savona, Pertini mette più volte in gioco la sua vita per gli ideali socialisti. Durante gli anni del regime fascista subirà più volte il carcere e il confino. Medaglia d'oro della Resistenza, nel 1948 Pertini è eletto Senatore e poi per due volte Presidente della Camera.

Un socialista che riempì il cuore degli italiani. Una personalità straordinaria, a cui gli italiani vogliono ancora bene. La sua memoria, infatti, è rimasta intatta dentro la storia di un intero popolo.