I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

1917: da Sam Mendes una Prima guerra mondiale di forma ma senza... sostanza

1917 ILMAMILIOROCCA PRIORA (cinema) - Una delle pellicole più attese di queste settimane

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Forma senza sostanza. Sam Mendes dopo i due film su 007 (Skyfall e Spectre) torna alla regia con una pellicola ambientata durante la Prima guerra mondiale. È il 1917 la guerra è ormai agli sgoccioli: l'esercito tedesco in difficoltà si ritira, per questo le truppe inglesi si apprestano a lanciare un attacco con l'obiettivo di causare scompiglio nelle linee nemiche.

Non sanno però che si tratta di una trappola dove rischiano di morire 1600 uomini. Starà a due soldati, William Schofield (George MacKay) e Tom Blake (Dean-Charles Chapman) oltrepassare la terra di nessuno per cercare di fermare l'attacco inglese per sventare un sicuro massacro.GIERREauto 0220

La pellicola è visivamente d'impatto, grazie a una fotografia (firmata da Roger Deakins) e a un piano sequenza che fanno rimanere lo spettatore a bocca aperta per la spettacolarità e la bellezza. Quella che viene sacrificata nell'opera è la sceneggiatura, piatta e senza mordente, i personaggi per questo risultano delle macchiette senza profondità. Anche il tempo, venduto come elemento importantissimo all'interno della narrazione, viene completamente lasciato a se stesso rimanendo senza uno sviluppo adeguato e perdendosi nel disinteresse generale.

Concludendo, il film va sicuramente visto per l'aspetto visivo e tecnico ma rimane comunque una pellicola deludente per chi si aspetta un'analisi profonda della Prima guerra mondiale. Per la Grande guerra, insomma, bisogna ancora attendere.

Voto: 6/10