I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

“Se ami i tuoi libri, lasciali andare”. A Roma si radica il Bookcrossing. Raggi: “Da fine settembre altri quartieri raggiunti da iniziativa”

Risultati immagini per bookcrossing romaROMA (attualità) - Al progetto già attivo nel Municipio VIII, si aggiungeranno iniziative in altri nove Municipi per coinvolgere sempre più lettori dal centro alle periferie.

ilmamilio.it

Da fine settembre il Bookcrossing raggiungerà molti quartieri di Roma. Al progetto già attivo nel Municipio VIII, si aggiungeranno iniziative in altri nove Municipi per coinvolgere sempre più lettori dal centro alle periferie.

'Se ami i tuoi libri, lasciali andare!' è lo slogan che spiega bene che cos'è il Bookcrossing, ovvero la pratica di "liberare" i propri libri in luoghi pubblici insoliti affinché altri lettori li raccolgano e li leggano. È un fenomeno libero e gratuito nato diversi anni fa e che continua ad estendersi sempre più nel mondo, in in 132 paesi.

“Sono felice di annunciare che anche Roma – afferma la sindaca Virginia Raggi - sta facendo la sua parte: da luglio nell'VIII Municipio è già attivo il progetto "BACA - Biblioteca a Cielo Aperto" (bibliotecaacieloaperto.wordpress.com), che mette a disposizione del bookcrossing, oltre alla Biblioteca territoriale, tanti luoghi pubblici che si offrono di ospitare i nuovi scaffali per il libero scambio dei volumi come teatri, spazi museali, piccole librerie, associazioni. Da fine settembre questa formula sarà attiva in altri nove municipi della città (il II, il III, il IV, il V, il VI, il VII, il IX e il XV) e raggiungerà un numero sempre maggiore di potenziali lettori. In questi territori abbiamo infatti firmato un vero e proprio "Patto per la Lettura", coinvolgendo come sempre i cittadini grazie alle associazioni Fare Città, Pagine Viaggianti e Rete delle Edicole”.

sagra porchetta ilmamilio

Grazie al sito www.bookcrossing.com tutti i libri che vengono "liberati" possono essere "etichettati" con un codice identificativo (BCID - BookCrossing Identity Number) da scrivere facilmente a mano sul libro stesso. Da quel momento, quella copia sarà sempre tracciata e i lettori potranno commentarla, scambiare opinioni e condividere le emozioni legate alla lettura tramite il sito. Il sito www.bibliotu.com curato dalle Biblioteche Di Roma sarà aggiornato con tutti gli sviluppi del progetto.

“Il mio grazie va a loro, ai Municipi, e al Vicesindaco Luca Bergamo – ha concluso Raggi - che lavora per diffondere e rendere accessibile e libera la cultura nella nostra città. Ci vediamo il 30 settembre nelle Biblioteche e in tutti gli spazi del Bookcrossing: e vi invito a pensare già da ora a quale libro "liberare".

190830 lupa3 ilmamilio

consorzio ro.ma