I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Big Mouth: la serie Netflix senza peli sulla lingua, candidata agli MTV Movie Awards

big mouthCIAMPINO (serie tv) - La serie sui “mostri” dell’adolescenza di cui avevamo bisogno. Dura e cruda, per arrivare diretta all'obiettivo

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Uno shock sin dai primi minuti di visione, un’esperienza che lascia a bocca aperta, inaspettata, che diverte e imbarazza allo stesso tempo perché fa riaffiorare una parte dell’adolescenza che è in ognuno di noi, quella mai raccontata.

Big Mouth si presenta così, serie di animazione americana che, con linguaggio crudo e senza giri di parole, racconta la storia di un gruppo di preadolescenti alle prese con i cambiamenti (come recita il testo dell’intro I’m going through changes*) che sconvolgono i loro corpi e le loro menti, azzerano le loro certezze sulla vita e i rapporti personali e, soprattutto, li portano alla scoperta della sessualità.

A influenzare le azioni dei personaggi sono i Mostri degli ormoni, creature grottesche che li guidano a scoprire se stessi attraverso i pensieri e gli istinti più bassi. Dai propri errori i protagonisti impareranno l’importanza di tenere a bada i propri ormoni per non finire nei guai e imbattersi in un altro terrificante spettro dell’adolescenza, lo Spirito della vergogna.

 

consorzio ro.ma

Episodio dopo episodio si scava nella psicologia dei personaggi lasciando intendere che Big Mouth non è solo gag e comicità, ma una serie sui problemi che circondano la vita degli adolescenti raccontati dal loro punto di vista e col loro linguaggio.

ballico ilmamilio 190513

Facile ritrovare in questi goffi ragazzini una parte di noi.

Big Mouth è la serie che mancava. Finalmente si può ridere e riflettere su argomenti come il trauma del primo ciclo mestruale, la scoperta della masturbazione, l’accettare i cambiamenti del proprio corpo, i primi baci, le prime delusioni, la solitudine, il rapporto contrastante con i genitori, l’omosessualità, aspetti della vita che una volta portati alla luce fanno meno paura e appaiono più piccoli di quanto avessimo immaginato.

sfaccendati 190519balzoni190508

 

 

 

 

 

 

 

Al momento siamo in attesa dell’uscita della seconda parte della terza stagione prevista per l’autunno e anticipata dallo special Un San Valentino mostruoso.

Big Mouth ha ricevuto due nomination agli MTV Movie Awards 2019 che si terranno il 17 giugno, una per la categoria “migliore serie TV” e l’altra per la “migliore interpretazione in una commedia”, rivolta a John Mulaney, ovvero uno dei protagonisti, Andrew Glouberman.

Voto: 8/10

* La sigla Changes è una canzone dei Black Sabbath interpretata da Charles Bradley.

giglio pazienza