I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, Silvani e Venanzoni (Pd): «Per i 5 Stelle il Centro Anziani di Cava dei Selci non esiste più»

MARINO (attualità) - La nota del gruppo consiliare del PD

ilmamilio - comunicato stampa

“Vorremmo ricordare all’Amministrazione Comunale che il Centro Anziani di Cava dei Selci esiste e continuerà ad esserci, fino a quando lo prevedrà l’apposito regolamento votato dal Consiglio Comunale. Non ci risultano, infatti, modifiche al documento. È doveroso ribadirlo, alla luce di diverse uscite pubbliche di alcuni amministratori che hanno dimostrato di non avere chiara la situazione.

Non hanno rispettato la dignità dei circa 170 iscritti dimostrandosi incapaci di trovare rapidamente una soluzione per ridare una sede al centro e proseguono con intollerabili mancanze di rispetto di fatto non calcolando il Centro Anziani di Cava dei Selci. È successo, davanti a testimoni, durante un incontro pubblico a Cava dei Selci dove eravamo presenti.

Con l’occasione vorremmo chiedere a che punto sono i lavori di realizzazione del nuovo Centro Anziani, che dovrebbe sorgere all’interno del Parco della Pace. Rappresentazioni grafiche sui lavori, video, post trionfali su Facebook ma di fatto sui tempi di costruzione della struttura più importante all’interno del progetto di riqualificazione dell’area non si sa nulla. Senza considerare poi l’opinabilità del progetto di restyling dell’unico polmone verde di Cava dei Selci, fatto perlopiù da nuove strutture sportive. Soldi pubblici investiti su impianti sportivi, a pochi passi dalle strutture per lo sport già esistenti a Cava dei Selci che andrebbero semplicemente manutenute. Sindaco basta propaganda elettorale. Risolva i problemi della città!”. Così in una nota i Consiglieri Comunali del Partito Democratico, Franca Silvani e Gianfranco Venanzoni.