I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Traffico e viabilità di Frascati, un cittadino: "Delocalizzare scuole e servizi"

FRASCATI (attualità) - Il tema della mobilità resta in primissimo piano

ilmamilio.it

primi si diventa

Da Filippo Radduso, cittadino di Frascati, riceviamo e pubblichiamo.

""Egregio direttore,

le scrivo per fare una riflessione circa il traffico congestionato a Frascati nelle ore di apertura e chiusura delle scuole. Il Sindaco Mastrosanti sui social dichiara che le colonne di auto nelle ore mattutine a Frascati ci sono sempre state. E su questo ha pienamente ragione, tranne il fatto che le colonne negli ultimi anni si sono allungate e non di poco. La considerazione che faccio è che se non si comprendono le cause il problema non si risolverà mai. Dalle soluzioni adottate dal Sindaco (le modifiche alla viabilità fatte nel mese di agosto) si si evince che le cause non sono state comprese. In pratica, il Sindaco sta cercando di mettere in una bottiglia di un litro due litri di acqua: può girare la bottiglia in qualsiasi verso o cambiarne la forma ma sempre la capienza di un litro rimane. Può modificare i sensi di marcia o il numero di corsie ma sempre troppe auto arrivano la mattina a Frascati.
 Bcc Castelli Romani Tuscolonatura architettura1
Credo che sia opportuno capire il perché dell’arrivo di un numero di auto considerevole nelle ore di aperture delle scuole. È molto semplice: negli ultimi venti anni il Comune di Frascati ha reso edificabili parecchi terreni nelle zone periferiche del territorio e come i funghi sono nati una miriade di residence. Ma nessuno si è preoccupato di garantire i servizi, in primis quelli scolastici, alle famiglie che sono andate ad abitare lì. In quei residence ci abitano soprattutto famiglie che lavorano a Roma e farebbero ben volentieri a meno di venire la mattina a Frascati a portare i figli a scuola se avessero l’alternativa di una scuola vicino casa.

rugby club 2018 lungo ilmamilio

sfaccendati settembre ilmamilio

 
 
 
 
 
 
Quindi, la vera soluzione è delocalizzare alcune scuole. Per esempio, non ha senso avere le due scuole medie nel centro storico di Frascati distanti tra loro 400 metri, è assurdo. Basterebbe spostare la scuola media di via Mamiani a Cocciano o, meglio ancora, a Vermicino per ridurre di non poco il traffico mattutino. In generale, se oggi il 40% dei residenti del comune di Frascati abitano fuori dal centro storico di Frascati vuol dire che il 40% delle scuole pubbliche di Frascati dovrebbero essere delocalizzate nel territorio periferico. E lo stesso discorso vale per i servizi pubblici amministrativi.
Un’altra soluzione potrebbe essere potenziare il trasporto pubblico ma a Frascati difficilmente può funzionare perché nelle nostre parti c’è poca cultura all'utilizzo di questo mezzo e non possiamo obbligare tutti ad utilizzarlo. Ma sarebbe sufficiente delocalizzare i servizi.
Cordiali saluti".