FOTO - Rocca di Papa | "Il Belvedere davanti al Santuario Madonna del Tufo tra degrado e pericoli". Attacco di FdI

Pubblicato: Giovedì, 04 Agosto 2022 - redazione attualità

 

ROCCA DI PAPA (attualità) - Fratelli d'Italia chiede interventi immediati

ilmamilio.it - nota stampa

“Il Belvedere di fronte al Santuario della Madonna del Tufo, uno tra i posti panoramici più belli di Rocca di Papa, sta vivendo un grave momento di degrado. Nei giorni scorsi abbiamo documentato fotograficamente lo stato dei luoghi: colonne pericolanti, vegetazione che cresce incontrollata su scale e ringhiere, panchine distrutte ed abbandonate, sporcizia, bottiglie e lattine di birre abbandonate ovunque e la percezione che l’intera area stia subendo un cedimento a causa delle radici che sono penetrate nel muro sottostante. Una vergogna che si attua tutti i giorni davanti ad un santuario molto amato dai cittadini, visitato dai Papi, e di fronte un panorama unico nel suo genere, vista lago, che non viene valorizzato come meriterebbe.

> GUARDA LE FOTO

colline centroEstivo22 ilmamiliocentroEstivo freeTime ilmamilio

Su una delle colonne dell’area, tra l’altro pericolanti, è affissa una lapide della Pro Rocca del settembre del 1912. Invitiamo dunque l’amministrazione e la Pro Loco a dare il giusto decoro, in vista dei 110 anni dalla posa di questa lapide, ad intervenire intanto con la bonifica del giardino, a oggi in uno stato inaccettabile, e a pensare ad un progetto di totale riqualificazione e messa in sicurezza di un luogo tanto bello quanto offeso da una gestione inesistente, come troppe aree verdi e pubbliche della città”

(nella foto sotto il responsabile di Fdi a Rocca di Papa, Gino Del Nero)

Rocca di Papa | FdI: "Sostegno agli operatori sanitari in stato di  agitazione nella Asl Roma 6"

 


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna