Elezioni Ciampino | Dati, numeri e curiosità dal 1994 ad oggi

Pubblicato: Martedì, 24 Maggio 2022 - Matteo Carè

stemma comune ciampino ilmamilioCIAMPINO (politica) - 5 i sindaci eletti in questi ultimi 28 anni, con le lunghissime sindacature di Rugghia e Perandini

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

E’ il 12 giugno del 1994, quando i cittadini di Ciampino per la prima volta si recano alle urne per eleggere direttamente il proprio sindaco. Coincidenza vuole che esattamente 28 anni dopo, il 12 giugno del 2022, la parte attiva del popolo ciampinese tornerà alle urne per designare il loro sesto rappresentate.

Nel mezzo: due riconferme, tre vittorie al primo turno e una successione di sindaci appartenenti all’area del centrosinistra interrotta, nel maggio del 2019, con l’elezione di un esponente del centrodestra unito.

I sindaci

Dal 1994 (dopo una vittoria incredibile) al 2001 c'è Antonio Rugghia. Dal 2001 al 2011 Walter Enrico Perandini; dal 2011 al 2013 c'è Simone Lupi, che lascia per fare il consigliere regionale al suo vice Carlo Verini.

Dal 2014 al 2018 tocca a Giovanni Terzulli e quindi dal 2019 al 2021 a Ballico. Questi ultimi due sindaci sono stati sfiduciati prima della fine del mandato.

Le riconferme

I sindaci uscenti sono state sempre rieletti. Non si può dire lo stesso dei sindaci decaduti, che però raramente si sono ripresentati

Nel maggio del 1998 e del 2006, Antonio Rugghia e Walter Enrico Perandini, entrambi esponenti del Democratici di sinistra, dopo un primo mandato, vennero riconfermati direttamente al primo turno. Rispettivamente con il 72,30 % e il 68,10 % delle preferenze.

vivace3 banner ilmamilio

Quote rose

Nella storia elettorale ciampinense, in rapporto ai paesi limitrofi, sono tante le donne che hanno concorso alla carica di sindaco. Già nella prima tornata, nel maggio del 1994, si candida Romani In Di Girolamo Roberta. L’esponente del Partito Popolare riuscirà a convogliare su di sé il 4,16 % delle preferenze, diventano così consigliere comunale. Si dovrà aspettare il 2011 per vedere un’altra donna candidarsi alla carica di primo cittadino: l’esponente del Popolo della Libertà, Anna Maria Contestabile, approda in consiglio comunale con il 27,5 % dei voti. Solo nell’ultima elezione, sono tre le candidate a sindaco: Ballico, Pizzorusso (Casapound), Parigi (Ciampino da vivere).

lievito madre genzano

Ballico diventa così la prima sindaca donna staccando il proprio avversario - Giorgio Balzoni - di 1189 preferenze. Quella di Ballico resta allo stesso tempo l'esperienza sindacale più breve, poco più di due anni.

Sistema elettorale

L’attuale sistema elettorale prevede un forte premio di maggioranza. Alla coalizione che appoggia il sindaco vincente spetta il sessanta per cento di seggi consiliari. Tradotto in numeri: su 16 consiglieri, 10 spetteranno alla coalizione vincente e solo 6 alle altri liste in base alle preferenze ottenute.

colline centroEstivo22 ilmamilio

Come si vota

Come in tutti i Comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti è previsto il voto disgiunto. All’interno della cabina, l’elettore oltre a scegliere il sindaco - barrando il nome sulla scheda elettorale- potrà esprimere una preferenza verso un consigliere non appartenente alla lista scelta - scrivendo il nome accanto alla lista con la quale il candidato si presenta.

centroEstivo freeTime ilmamilio

 


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna