Ciampino | Porchetta su legge regionale rifiuti urbani: “Quale futuro per il servizio e per i posti di lavoro?”

Pubblicato: Sabato, 21 Maggio 2022 - Redazione politica

CIAMPINO (politica) - La futura società che si aggiudicherà la gara di affidamento dovrà organizzare il servizio di raccolta, conferimento e trattamento dei rifiuti, in 121 Comuni, compresa Roma Capitale, per circa 4 milioni di abitanti

ilmamilio.it - nota stampa 

Riceviamo dal candidato Sindaco Alessandro Porchetta e pubblichiamo.

“Il Consiglio regionale inizierà la settimana prossima l'esame della Proposta di legge della Giunta regionale sulla disciplina degli enti ATO per la gestione dei rifiuti urbani, come strumento di attuazione del Piano Regionale Gestione Rifiuti. Il modello che si prefigura per la futura gestione del ciclo dei rifiuti nel Lazio, ricalca quello sulla gestione del Servizio Idrico Integrato con un forte accentramento nelle mani di grandi operatori del mercato che si aggiudicheranno il servizio di gestione dei rifiuti degli ATO, coincidenti con i territori Provinciali e della Città metropolitana di Roma Capitale.

 

Ancora una volta in barba al risultato referendario del 2011 - e anticipando il nefasto DDL Concorrenza al voto in questi giorni - i servizi pubblici locali rischiano di venire affidati al mercato e sottratti alla gestione e al controllo dei Comuni. Immaginiamo cosa vuol dire questo per il territorio dell'ente di gestione dell'ambito territoriale della Città Metropolitana di Roma (EGATO). centroEstivo freeTime ilmamilioLa futura società che si aggiudicherà la gara di affidamento dovrà organizzare il servizio di raccolta, conferimento e trattamento dei rifiuti, in 121 Comuni, compresa Roma Capitale, per circa 4 milioni di abitanti. Come già successo in ambito “acqua” si potrà verificare facilmente che verranno privilegiati soggetti gestori facendoli convergere in grandi operatori del mercato che, anche laddove risultino a capitale pubblico, non riescono a far coincidere gli utili con l'aumento di capitali, a vantaggio di efficacia ed efficienza dei servizi - e di conseguenza con la tutela dei lavoratori, nonché con la vivibilità dei territori e la sostenibilità.vivace3 banner ilmamilio

È fin troppo facile prevedere come l'interesse del privato si concentrerà sulla filiera più remunerative del ciclo, con la realizzazione di grandi impianti di trattamento, sacrificando i servizi di pulizia e raccolta, soprattutto nelle aree interne e nei comuni più piccoli, che pagheranno al pari degli altri i costi di gestione e tariffa. Così ancora una volta si passerebbe sopra le diverse esigenze delle comunità, ignorando situazioni ambientali e territoriali specifiche per massimizzare i profitti e socializzare le perdite, che sicuramente non mancheranno.colline centrosportivo2 frascati ilmamilio

Infine, cosa succederà ai lavoratori delle società pubbliche partecipate che attualmente svolgono il servizio di gestione in molti Comuni, coma accade a Ciampino? Andranno a casa? Sarebbe il caso che la maggioranza che governa la Regione faccia piena chiarezza sulle reali intenzioni di questa riforma e soprattutto dica ai cittadini e ai lavoratori quale futuro li attende. Che ne pensano il Pd e il M5S locali che si trovano, anche a Ciampino, nella stessa coalizione? Noi nelle prossime settimane informeremo i cittadini e i lavoratori di Ambiente sull’evoluzione di questa grave situazione”.

 
 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna