"ARES 118 discrimina gli operatori delle ditte private": la nota del sindacato Confail.

Pubblicato: Mercoledì, 11 Maggio 2022 - redazione attualità
 
 
ROMA (attualità) - La presa di posizione del sindacato
 
ilmamilio.it
 
Questa fantomatica internalizzazione continua a provocare malessere e preoccupazione e dubbi  tra i lavoratori, perché è chiaro che non ce intenzione di internalizzare. Scrivono dal sindacato Confail. 

vivace3 banner ilmamilio

lievito madre genzano

 
La certezza è il Bando pubblicato questi giorni sotto mentite spoglie di (Gara Ponte). L’assessore D’Amato avrebbe dovuto mostrare un cambio di passo gratificando gli operatori delle  ditte private che colmano le carenze dell’Ares118, invece pensa alle primarie della sua candidatura  a Presidente della Regione Lazio.
 
Classificando e discriminando gli operatori come 2° categoria facendo scrivere sul bando  addirittura il tipo di contratto da applicare, (Anpas) che sta per : Associazione Nazionale Pubbliche  assistenze, che da oltre centocinquant’anni è la più grande associazione di volontariato laica in  Italia.

colline centrosportivo2 frascati ilmamilio

 
Tuona il Segretario Regionale Confail  Vinicio Amici ,  riteniamo questo contratto non adeguato alla responsabilità dei lavoratori del Servizio Emergenza 118, un contratto del comparto Sanità piu  basso d’Europa, basta immaginare che un autista soccorritore che fa 164 ore mensili non riesce a portare a casa piu di 1400 euro, guadagnano di piu i lavoratori AGRICOLI.
 
Chiediamo pari dignità dei lavoratori.
 
Con tutte le responsabilità e rischi che si corrono in questo servizio, ribadiamo che il rispetto verso  gli operatori era almeno di impostare contratti piu equi ed equiparati alla sanità, gli operatori con  questo contratto non arrivano nemmeno a metà mese con il caro vita che oggi e alle stelle ,  bollette triplicate, carburante come l’oro.
 
Le sigle che contano dovrebbero chiedere piu tutela sui contratti di Emergenza-Urgenza, invece  l’ennesima beffa, la dimostrazione che non cè interesse per tutelare queste figure chiamate EROI  ma solo per un breve periodo
 
Chiediamo conclude la nota del sindacato autonomo al Presidente ZINGARETTI, all’Assessore D’AMATO e a tutte le forze politiche : di mettere  mano una volta per tutte a questa situazione di lavoro che da anni interessa la parte pubblica data  in appalto a Società d’impresa destinate alla realizzazione di profitti , non ad associazioni di  volontariato, e più controlli alle ditte vincitrici per far si che ci sia questo allineamento contrattuale  per dare risposte concrete, facendo finire questa discriminazione contrattuale.

free time aperti2 ilmamilio

 
 
 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna