(Machiavelli) - La fantarealtà degli ex sindaci sfiduciati: è bene ricordare gli eventi

Pubblicato: Mercoledì, 11 Maggio 2022 - redazione politica

machia asiloVola ilmamilioGROTTAFERRATA (politica) - A Grottaferrata e Ciampino si ripresentano gli stessi che nel 2021 sono stati mandati a casa dalle rispettive maggioranze al culmine di lunghe crisi politiche. Ed ora tentano narrazioni insostenibili

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Ci sono due ex sindaci, giustamente mandati a casa nel 2021 (a Ciampino a fine agosto e a Grottaferrata a novembre) al culmine di crisi politiche che ne hanno determinato l'inevitabile caduta, che oggi vogliono provare a riconquistare il trono perduto.

Due ex sindaci che, al pari di quanto fatto da Mastrosanti a Frascati (tentativo non coronato dal successo nonostante la bella rimonta), stanno in queste settimane (e soprattutto lo faranno nelle prossime) tentando di raccontare agli elettori le proprie fantarealtà, storie fantiastiche di quanto è stato fatto (pochissimo, quasi niente) e quando si vorrebbe fare nell'immediato futuro.vivace3 banner ilmamilio

Tesi difficili davvero da sostenere: perché se tanta era la vervè realizzativa, nulla è stato fatto nei mesi/anni di mandato?

E' bene dunque fare un piccolo rinfresco di memoria ad uso in primis degli smemorati ex sindaci, in secondo luogo di quegli elettori che potrebbero essere tentati di dare la propria fiducia. Ma, si sa, errare è umano, perseverare lo è molto meno.

LEGGI Bilancio bocciato, cade la sindaca di Ciampino Ballico. Al voto nel 2022lievito madre genzano

colline centrosportivo2 frascati ilmamilio

 

A Ciampino la fantarealtà sulla quale sta battendo Daniela Ballico è quella di una immensa favola sull'IGDO. Tema centrale di tutte le campagne elettorali che la città aeroportuale ricordi, l'ex Istituto Gesù divino operaio è un rudere che l'ex sindaca vede - nella sua fervida immaginazione - già acquisito a patrimonio pubblico. L'IGDO in realtà è privato perché un privato l'ha comprato quando era il momento di farlo ed il Comune non ha potuto fare nulla. L'immaginazione è un'arma portentosa, al limite pericolosa per chi intende con quella sovvertire una realtà che invece l'altro candidato sindaco Alessandro Porchetta ha ben rappresentato pochi giorni fa (LEGGI VIDEO - Ciampino | IGDO, Porchetta sconfessa Ballico in 4 punti).

Di asini che volano, insomma, i ciampinesi non ne vogliono più.

La fantarealtà di Ballico va però anche oltre, fino al raccontare una città che lei non ha avuto la forza di cambiare in alcun aspetto (se non quelli di tagliare il nastro su poche opere già in dirittura d'arrivo) senza riuscire ad incidere in nulla.

Di Ballico, e probabilmente lei ed i suoi sostenitori attuali sono vittime di curiose amnesie, si ricordano i continui rimpasti di Giunta, le entrate ed uscite dalla maggioranza, il nulla amministrativo, gli atteggiamenti sprezzanti e raramente conciliativi anche nei confronti dei cittadini o comunque, in genere, di chiunque avesse tentato di essere contro il sindaca-pensiero. 

Che dire del disastro sulle partecipate?

I fatti di fine estate hanno rimesso ampiamente nella giusta misura l'effettiva sostanza della sindacatura Ballico.

Di Grottaferrata s'è scritto moltissimo. L'ex sindaco, il demokratico per eccellenza, oggi racconta ancora una volta una città che non esiste e che a fronte di un programma elettorale che aveva fatto "sognare" molti, non ha avuto alcun beneficio dalla sua sindacatura.

Grottaferrata oggi è una città più sporca di 5 anni fa, con strade messe peggio di 5 anni fa, con un tessuto sociale-commerciale meno ricco di 5 anni fa. Se la comunità, con grande impegno e dignità, mantiene alta la vivibilità di Grottaferrata, è proprio grazie all'impegno dei singoli e delle associazioni. Non certo di un lascito dell'ex sindaco fatto di semafori, di possibili interventi urbanistici a Vascarelle, di autovelox, di una gestione politica talmente "creativa" da riuscire a balzare senza imbarazzo alcuno dal PD alla Lega.

LEGGI Grottaferrata | 9 consiglieri comunali si dimettono davanti al notaio. Cade il sindaco 

Chi ha governato ed ha fallito, anche sul piano politico, non può avere spazio per nuove esperienze, tantomeno a così breve distanza.

Ecco. Queste sono cose che i cittadini di Grottaferrata e di Ciampino potranno ricordare il 12 giugno.free time aperti2 ilmamilio


Commenti  

#1 bart 2022-05-12 10:35
ringrazia la Redazione per la pubblicazione di "qualcuno" dei numerosissimi COMMENTI non pubblicati :sad:
Non pubblicabili? Altrimenti non capiamo
Le decine e decine di Commenti non pubblicati hanno nel mirino gli irresponsabili che da 30anni imperversano su ilmamilio e tra i banchi delle maggioranze e minoranze
È vero, qualche COMMENTO contiene "fatti e misfatti" triti&ritriti, ma se a commetterli sono i sempre gli stessi triti&ritriti?
Anche MACHIAVELLI 2022 "è sempre lì che tutti vogliono arrivare" è tutta colpa dell'ultimo sfiduciato
Con 5 Commissari dal 99 e con i responsabili riciclati da partiti, partitini, movimenti, movimentini, liste, listini e listarelle, nel 2022 "è sempre&solo lì che volete arrivare"
A Frascati c'è chi accusa che per i 12 MLN da cancellare loro non hanno colpe
A Gtf per i 30anni&5Commissari le colpe le hanno i COMMENTI?
Allora PUBBLICATELI TUTTI altrimenti la faranno franca anche questa volta
Citazione

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna