Rocca Priora: Yulia, dalla Moldavia in Italia per curarsi. Adesso è una cittadina italiana

Pubblicato: Martedì, 10 Maggio 2022 - Redazione

ROCCA PRIORA (attualità) - Yulia arrivò in Italia negli anni '90 per curare la sua grave artrite reumatoide. Adesso ha 39 anni e vive ai Castelli

Ilmamilio.it - nota stampa 

Negli anni '90 una gran bella vicenda umana riempì le pagine di cronaca italiana. Raccontava di una bimba moldava, figlia di ucraini che arrivò dalla Moldavia, ospitata dalla comunità di Cavriago (Reggio Emilia) per essere curata dal grande chirurgo Roberto Viganò dell’Ospedale “Gaetano Pini” di Milano: era gravemente malata di artrite reumatoide e le furono impiantate quattro protesi alle gambe. Oggi Yulia ha 39 anni, vive a Rocca Priora ed è mamma.

vivace3 banner ilmamilio

La sua è infatti una storia di coraggio e resilienza senza confini: ma nel 1983, figlia di ucraini, arrivò dalla Moldavia, ospitata dalla comunità di Cavriago (Reggio Emilia) per essere curata il grande chirurgo Roberto Viganò dell’Ospedale “Gaetano Pini” di Milano: era gravemente malata di artrite reumatoide e le furono impiantate quattro protesi alle gambe.

Oggi vive a Rocca Priora ed è mamma di una bimba, Beatrice.
Ed oggi, abbiamo avuto il privilegio di conferirle la cittadinanza italiana.

“Io mi sono sempre sentita italiana a tutti gli effetti, ma oggi sono contenta di averla conquistata in modo ufficiale” ha detto soddisfatta Yulia.

lievito madre genzano

"Buona vita Yulia, la tua vicenda ci dice una volta di più che insieme si scrivono grandi storie. L’umanità ha un solo grande cielo.

colline centrosportivo2 frascati ilmamilio

Un sentito ringraziamento a Giangiacomo Papotti per averci fatto conoscere la storia di Yulia" si legge nella nota del Comune di Rocca Priora. 

free time aperti2 ilmamilio


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna