Frascati | L'assessore Cerroni si "confessa": "Le nuove centralità periferifiche nel mirino"

Pubblicato: Mercoledì, 17 Novembre 2021 - redazione politica

FRASCATI (politica) - In una lunga intervista il neo assessore ai Lavori pubblici parla della vittoria elettorale e dei progetti per la città "Riprendiamo i colloqui con FS per il parcheggio della stazione"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il neo assessore ai Lavori pubblici Claudio Cerroni, pur con la pregressa esperienza da consigliere comunale (sempre di maggioranza) è uno dei volti nuovi dell'Amministrazione tuscolana.

Dopo tanti anni di politica attiva, arriva un incarico importante. Quale lo spirito con cui ti avvicini a questo ruolo?

Con entusiasmo e timore, entusiasmo nei confronti di una nuova esperienza importante e impegnativa, timore per il senso di responsabilità nei confronti della cittadinanza e di tutte le persone che mi hanno accompagnato in questa avventura, non ultime le persone della mia famiglia, ad iniziare da mia moglie Laura e mia figlia che da qualche giorno ormai condividono il marito e il papà con la comunità di Frascati.

colline211114 ilmamilio

E’ evidente che l'accordo pre-elettorale fosse questo: è andato come ti aspettavi durante il voto?

Mio nonno dice sempre che i conti si fanno con l’oste, non credo esistano accordi pre-elettorali definiti, gli accordi pre-elettorali sono sempre scenari di massima, la scelta passa inevitabilmente per i cittadini. La Giunta rispecchia, in qualche modo, gli equilibri politici frutto del passaggio elettorale. Per risponderle con più precisione le posso dire che: sicuramente erano stati analizzati possibili scenari che si sono concretizzati solo all’indomani del risultato elettorale.

Per quanto concerne l’esito del voto, la lista che ho coordinato con Pietro Iacono, “Frascati che verrà”, ha ottenuto un ottimo risultato con circa 800 voti di lista, classificandosi come seconda lista della coalizione. Posso quindi ritenermi soddisfatto, anche per il risultato ottenuto da mia sorella, Cerroni Selene, che è stata la seconda degli eletti e ho personalmente sostenuto in coppia con Achille Iamele, un giovanissimo ragazzo dalle grandi potenzialità di sviluppo, che è stato il terzo della lista e il primo dei non eletti.

Quindi, credo di aver contribuito ad un ottimo risultato di lista, ma non sono pienamente soddisfatto, confidavo in un risultato superiore ai mille voti e alla presenza di tre consiglieri della nostra lista in Consiglio.

skyline4 ilmamilio

Quando hai capito che Francesca Sbardella avrebbe vinto?

Da sempre, da quando mi ha chiamato per condividere questo progetto politico, io non sono un decubertiano, quando inizio un percorso in cui credo ho intenzione di portarlo fino in fondo; avremmo potuto non avere la responsabilità di governo, ma nessun risultato avrebbe mai potuto interrompere il nostro impegno, la nostra amicizia e il nostro rapporto politico; anche durante il governo dell’amministrazione Mastrosanti abbiamo continuato - lei in Consiglio tra i banchi dell’opposizione, io fuori appoggiandomi al suo ruolo -, a portare avanti il nostro impegno per costruire una Frascati migliore, come ho sempre detto ai miei ragazzi del rugby: la partita si vince nella sfida con se stessi, contro le debolezze che ci spingono a rinunciare, il risultato è in quest’ottica secondario.

L’importante è quindi partecipare, ma la partecipazione deve essere impegnata.

Farmacia Pratone1 grottaferrata ilmamilio

Priorità: da dove iniziare per dare una mano a Frascati?

Ho personalmente iniziato dall’ascolto, attivando una mail dove i cittadini possono comunicare le loro segnalazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., grazie alla diponibilità e all’impegno dell’Ufficio Tecnico abbiamo già iniziato a far seguire le prime risposte. Sicuramente la manutenzione ordinaria è quella che viene percepita maggiormente dal cittadino, perché interessa la qualità della vita quotidiana. E’ anche la più difficile da raccontare, spesso si tratta di piccoli interventi che non entrano in narrazioni roboanti. Tuttavia, anche il mare è composto di semplici gocce d’acqua, è la somma delle gocce che genera il totale. Proprio per l’attenzione alle manutenzioni ho voluto incontrare gli operai della STS, sottolineando l’importanza della loro attività sul territorio e accogliendo le loro difficoltà, ci siamo guardati negli occhi e abbiamo voluto condividere uno stesso percorso, per superare i mille ostacoli contingenti, nell’interesse della città.

vivace3 banner ilmamilio

Nel quadro finanziario attuale Frascati può pensare solo all'ordinaria amministrazione o...?

In realtà molti lavori pubblici hanno finanziamenti esterni, alcuni anche importanti, e non gravano sul bilancio comunale.

Parlando di lavori pubblici si apre un mondo: su cosa ti stai concentrando in queste prime settimane?

In queste prime settimane la maggior parte del tempo la sto impiegando nell’aspetto osservativo e conoscitivo. La mia principale attenzione è stata destinata alla seconda fase del Pinqua (Programma Innovativo Qualità dell’Abitare) che da Decreto Ministeriale n. 395 del 16/09/2020 prevedeva un tempo di realizzazione con scadenza nel 2033, tale data si è contratta al 2026 poiché il Pinqua è stato collegato al PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Chiaramente tale contrazione di tempo, per la realizzazione di opere finanziate con circa dieci milioni e mezzo di euro, ci ha spinto ad avere una maggiore attenzione alla seconda fase del Pinqua, nella quale dobbiamo confermare l’adesione alla Città Metropolitana, che è l’Ente tramite cui abbiamo partecipato al bando; dobbiamo inoltre produrre il cronoprogramma finanziario entro il 5 dicembre.

Il Pinqua prevede tre diverse tipologie di intervento: 1. Riqualificazione del patrimonio immobiliare ERP; 2. Rifunzionalizzazione di aree, spazi e immobili pubblici attraverso la rigenerazione del tessuto urbano e socio economico; 3. Miglioramento delle dotazioni di servizi e delle infrastrutture urbano-locali. Quindi gli interventi spaziano dal recupero degli immobili comunali alla viabilità. In fase di progettazione avanzata sono due progetti che interesseranno anche la viabilità: la riqualificazione di P.zza Vanvitelli a Vermicino e di P.zza San Giuseppe Lavoratore a Cocciano. Molti sono gli interventi previsti nei quartieri periferici per creare nuove centralità, questi interessano: Colle Pizzuto, Spinoretico, Villa Muti, Quarticciolo di Vermicino e Macchia dello Sterparo. Oltre al Pinqua stiamo seguendo i lavori già avviati o in procinto di partire per la riqualificazione di alcuni edifici Erp di via Zambarelli, Villa Muti e Cocciano. Dopo le festività natalizie partirà la messa in sicurezza della Passeggiata per le problematiche causate dalle radici degli alberi e un intervento a Largo Donatori di Sangue che da poco è stata affidata, per la manutenzione ordinaria, al Consorzio di Tutela di Denominazione dei vini Frascati. Un altro intervento dopo le festività natalizie riguarderà il rifacimento di Viale Regina Margherita che interesserà la strada e la messa in sicurezza delle strutture sottostanti.

gottodoro mamilio

Da cittadino di Frascati, quali pensi siano le criticità che bisogna affrontare e risolvere in questi 5 anni?

Dobbiamo riportare il comune ad essere un ente virtuoso, dove il rispetto sia presente sia nei cittadini che nelle istituzioni. È necessaria una rivoluzione culturale che faccia comprendere che la vita associata si basa su equilibrio tra diritti e doveri, come se fossero crediti e debiti, così se tutti pagano i propri debiti, tutti avranno i propri crediti. Se la nostra Amministrazione saprà essere compatta si procederà verso questa direzione. Subito dopo viene la realizzazione di quelle infrastrutture che possono migliorare la vita associata, come le nuove centralità periferiche che andremo a realizzare con il Pinqua o come l’ampliamento dei parcheggi per rendere più vivibile il contesto urbano. Per i parcheggi dobbiamo ancora riprendere il dialogo con Ferrovie dello Stato, quindi non sono in grado di sbilanciarmi in tale direzione, posso solo dire che c’è la volontà, così come espresso nel programma, di affrontare la tematica del parcheggio della stazione.

Infine, la mia speranza è di contribuire allo sviluppo del settore vitivinicolo frascatano, perché possa continuare a dare sostentamento a molte famiglie, è il settore primario sul quale possiamo far poggiare le molte altre realtà produttive, una bottiglia di vino Frascati narra la storia millenaria di un territorio con una vocazione vitivinicola che affonda le sue radici nell’antica Roma repubblicana, ai tempi di Marco Porcio Catone, proveniente da una famiglia di viticoltori dei Castelli Romani e considerato primo agronomo della storia, ecco perché il vino Frascati è stato e resterà il vino di Roma.


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna