AS Roma, un mercato da Special One

Pubblicato: Giovedì, 02 Settembre 2021 - redazione sportiva

mourinho ilmamilioROMA (calcio) - I Friedkin hanno speso più di 80 milioni di euro per accontentare Josè Mourinho

ilmamilio.it

Un ottimo avvio di stagione ripaga i sacrifici dei Friedkin che hanno voluto fortemente Josè Mourinho sulla panchina della Roma. Insieme al general manager Tiago Pinto, hanno fatto tutto il possibile per accontentare lo “Special One” sul mercato. Più di 80 milioni spesi dalla proprietà americana, con diversi “colpi”, da Rui Patricio a Vina, da Shomurodov ad Abraham. Senza considerare i riscatti di Ibanez e Reynold.

L’obiettivo non è vincere subito ma riportare la squadra in Champions League. I quattro successi, in altrettante partite ufficiali, hanno dato fiducia a tutto l’ambiente e modificato anche il giudizio degli addetti ai lavori. Infatti i migliori bookmakers, tra cui il sito scommesse con bonus snai, il preferito dagli appassionati, indicano i giallorossi nel gruppetto delle favorite per la corsa scudetto. Davanti a tutti troviamo Juve ed Inter a quota 3.00, seguite da Atalanta a 7.50 e Milan a 8.00. Poco più dietro la Roma ed il Napoli a 9.00.

A contribuire al positivo inizio della Roma, un mercato da 7+. In porta è arrivato Rui Patricio, pagato 11.5 milioni al Wolverhampton, dimostrando in queste prime uscite una grande affidabilità. Al posto dell’infortunato Spinazzola è stato acquistato il terzino sinistro Vina dal Palmeiras, altri 10 milioni più bonus. Le più grandi novità hanno però interessato il reparto avanzato. Quando sembrava che Josè Mourinho potesse affidarsi ad Edin Dzeko, l’addio inaspettato del bosniaco in direzione Milano, sponda Inter, ha costretto la proprietà a compiere un grande sforzo economico. Prima è stato acquistato Eldor Shomurodov, 26 anni, costato 17.5 milioni più bonus. Successivamente si è deciso di puntare forte su Tammy Abraham, 23enne del Chelsea, per una spesa di 40 milioni più bonus e un diritto di riacquisto a 80 milioni nel 2023 a favore degli inglesi.

L’arrivo di un centrocampista d’esperienza e di qualità è stata l’unica richiesta di Mou che la società non è riuscita a soddisfare. Individuata in Xhaka dell’Arsenal ma l’acquisto è poi sfumato, anche per i tanti esuberi presenti in rosa e che Tiago Pinto non è riuscito a piazzare. Purtroppo in questa sessione di mercato non è stato facile vendere per nessuno. Con Pastore è stato trovato l’accordo sulla buonuscita per la rescissione del contratto, nessuna intesa invece con Santon, Nzonzi e Fazio. In conclusione, il nuovo tecnico dell’AS Roma può ritenersi soddisfatto della sessione estiva di calciomercato. Si poteva fare di più ma la rosa dei giallorossi è certamente competitiva e soprattutto ha uno “Special One” in più in panchina.

 

 


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna