Frascati, la scuola non si ferma. A Villa Sora nuove proposte per la didattica e non solo

Pubblicato: Giovedì, 09 Aprile 2020 - redazione attualità

FRASCATI (attualità) - Le iniziative dell'istituto

ilmamilio.it


Il 6 aprile è iniziata la quinta settimana di didattica a distanza per gli studenti e i docenti dell’Istituto Salesiano Villa Sora di Frascati. Molte le iniziative messe in campo dal corpo docenti che si è attivato fin da subito per non lasciare i ragazzi soli. Per gli studenti dei tre licei e della scuola media sono previste sei ore al giorno di lezione accompagnata dai docenti, cambiano quindi le modalità di fruizione della lezione avvenendo tramite videoconferenza e videolezioni, ma non il numero totale di ore di lezione e studio.


Se non si ferma la didattica, le valutazioni non sono da meno: si sono infatti conclusi gli scrutini del secondo trimestre per la scuola media e le valutazioni di metà pentamestre per gli studenti del liceo (svolti anch’essi in videoconferenza). I genitori non sono stati tagliati fuori dal percorso didattico dei figli, ma oltre alla possibilità di ricevere aggiornamenti attraverso il registro elettronico, strumento ormai conosciuto da tutti i genitori di Villa Sora, sono stati avviati anche i colloqui via streaming. Un servizio a supporto delle famiglie perché confrontarsi e restare aggiornati sull’andamento scolastico dei ragazzi continuano ad essere due fattori importanti nel percorso di crescita.

“Abbiamo ripensato la didattica – afferma la Preside dei tre licei, Laura Ferrante – consapevoli che non si potesse semplicemente trasferire online ciò che facevamo in presenza, per questo abbiamo programmato attività sincrone e altre asincrone, considerando che i ragazzi non possano stare 6 ore collegati in videoconferenza con i docenti e calibrando l’impegno di studio in modo da evitare un sovraccarico, ma preservare la qualità della loro formazione. Secondo principio che ha orientato la nostra programmazione è stata la continuità: non doveva esserci carico eccessivo rispetto alla normalità, soprattutto bisognava preservare la relazione”.


“A circa un mese dall’inizio della didattica a distanza – prosegue la Preside - possiamo dire che il modello funziona, per la risposta degli studenti, per il grande e impagabile entusiasmo dei docenti che in pochi giorni hanno acquisito competenze digitali straordinarie dimostrando ancora una volta la passione che li guida nel loro lavoro. Abbiamo, infatti, la fortuna di avere un collegio di docenti appassionati, competenti nelle loro materie e dediti ad una missione di scuola che è anche attenzione alla persona”.


L’Istituto Salesiano di Villa Sora non è tuttavia luogo di sola didattica: la comunità salesiana e i docenti hanno dimostrato negli anni l’impegno nel prendersi cura degli studenti preoccupandosi della persona nella sua totalità, guardando alla sfera umana oltre che a quella della formazione scolastica. “L'emergenza che viviamo non è solo sanitaria e, quindi, inerente solo la salute fisica, - afferma don Marco Aspettati, direttore di Villa Sora - ma porta sofferenza anche dal punto di vista relazionale, psicologico, spirituale nonché sociale ed economico. Basta ascoltare un attimo ciò che proviamo in questo periodo e che ci fa soffrire per accorgercene. A riprova, se ancora ci fosse qualche dubbio, che non possiamo mai separare la nostra persona in settori, credendo magari che una sofferenza fisica possa riguardare solo il corpo o una sofferenza psicologica solo la mente... Siamo un tutt'uno. Allo stesso tempo non possiamo pensare che le sofferenze di qualcuno non facciano soffrire, in modo riflesso, anche tutti coloro che fanno parte della sua comunità. Per questo, in questi giorni, abbiamo provato ad offrire, anzi, a continuare ad offrire, a tutti i ragazzi, genitori, docenti e amici, seppur a distanza, un sostegno spirituale, morale e relazionale in altri modi.”

Per poter continuare a supportare l’aspetto umano, i salesiani, supportati dai docenti e con il contributo di diversi collaboratori, sono impegnati per far arrivare ai ragazzi, ogni giorno, una riflessione per iniziare insieme la giornata. Il consueto “buongiorno salesiano” non è dunque stato recluso in quarantena, ma prosegue anch’esso via streaming. Il canale youtube “Salesiani Villa Sora” viene aggiornato ogni mattina con 4 video del buongiorno, pensati appositamente per 4 fasce diverse: i ragazzi della scuola media, del biennio del liceo, del triennio del liceo e i giovani universitari e infine gli adulti.


Per nutrire la sfera spirituale Villa Sora apre metaforicamente le proprie porte, con l’invito della Comunità Salesiana a restare #distantimauniti nella preghiera. Tre gli appuntamenti settimanali trasmessi in diretta streaming per poter pregare insieme: in un periodo storico in cui potersi recare in Chiesa non è possibile, offrire la possibilità di continuare a vivere la preghiera in maniera comunitaria è un aspetto importante per i credenti. Collegandosi ai canali social della scuola è possibile unirsi alla messa domenicale (alle ore 11.00), partecipare al Santo Rosario (il martedì alle 21.00) e all’Adorazione Eucaristica (il giovedì alle 19.00).


Le iniziative non si fermano qui: per gli adulti è stata creata una rubrica filosofica dal titolo “#filosofiamo” curata da don Gabriele Graziano sdb. Sono già on line le prime tre puntate dedicate a Viktor Emil Frankl, psichiatra e filosofo ebreo, padre della logoterapia, il quale visse l'orrore dei campi di concentramento. Esperto del soffrire e, soprattutto, esploratore di vie nuove per trasfigurare la sofferenza, trasformando quest'ultima in una grande occasione. Il percorso di approfondimento filosofico, propone agli adulti un percorso di riflessione e confronto su temi decisivi quali la sofferenza e il senso dell'esistenza.

Nella Settimana Santa, a partire da giovedì santo a sabato santo la comunità di Villa Sora offrirà alle quattro fasce d’età cui dedica i tanti contenuti creati in queste settimane, la possibilità di svolgere dei ritiri spirituali in modalità videoconferenza.

“In tutte queste opportunità di incontro, confronto e preghiera siamo solo un tassello di un mosaico di iniziative che in tutta la diocesi di Frascati, e in tutta la chiesa italiana, si sono messe in piedi per accompagnare le persone in questo tempo di pandemia. – afferma don Marco - Siamo felici di far parte di questo movimento di Chiesa che cerca di star vicino alle persone, portando loro il Signore. Così come le persone sono tanto, tanto vicine alla nostra comunità e di questo siamo loro enormemente grati.”


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna