Aeroporto di Ciampino, un futuro ancora tutto da scrivere. Ridurre i voli sì o no?

Pubblicato: Domenica, 17 Novembre 2019 - Silvia Martone

CIAMPINO (attualità) - Una questione che va avanti da anni tra battaglie di associazioni e cittadini, norme, studi e ricorsi

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Aeroporto di Ciampino, riduzione dei voli sì o no? Nonostante qualche risultato, la politica si divide e i risultati tardano ad arrivare Ciampino (attualità). Negli ultimi giorni si sente molto parlare dell'aeroporto di Ciampino "Pastine", tra assemblee pubbliche dei cosiddetti "no fly", decreti, ricorsi e dichiarazioni da parte dei sindaci.

Ma cerchiamo di fare chiarezza e di capire a che punto è la situazione.

Lo scorso 18 dicembre 2018 il decreto Costa prevedeva una riduzione dei voli, oggi pari a 95 al giorno, fino a 65, e lo stop dei voli notturni dalle 23 alle 6 del mattino, per ridurre l'impatto acustico. Tuttavia un ricorso al TAR da parte delle compagnie aeree low cost ne ha bloccato l'efficacia. Nel frattempo i dati di ARPA e di Adr circa l'inquinamento atmosferico sono discordanti, oltre i limiti per la prima, regolari per la seconda.

Il CRIAAC (Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Ciampino), dopo aver lanciato una petizione online su change.org, ha svolto sabato 9 novembre una manifestazione a Santa Maria delle Mole per portare all'attenzione dei cittadini quanto si sta verificando. In particolare i manifestanti si battono contro la nuova rotta sperimentale di decollo voluta da Adr e ENAC, che vessa soprattutto le popolazioni di Marino, Santa Maria delle Mole, Ciampino e diversi Municipi di Roma Sud.

I cittadini sono in attesa, il 12 dicembre prossimo, della Commissione aeroportuale che dovrà valutare l'efficacia del periodo sperimentale e porvi un termine. Di fronte a questa fase di stallo, anche la politica dice la sua. Il Sindaco di Ciampino Daniela Ballico, sembra essersi espressa a favore dell'aumento dei voli, vedendo in essi un business. A tale scopo è pronta la delibera sulla tassa di soggiorno per chi sosta a Ciampino.

Da Marino invece sia il sindaco Colizza che l'assessore ai lavori pubblici e mobilità Adolfo Tamaro sembrano vicini ai cittadini e alla loro salute. Colizza si dice a favore della riduzione dei voli e del ripristino della vecchia rotta.

191114 aeci

Le nuove rotte sperimentali infatti secondo evidenze delle autorità regionali sono dannose per i cittadini. Il CRIAAC ha ottenuto discreti successi sin dal 2005, anno della sua fondazione, e la speranza è che le sue attività continuino a dare risultati. Senz'altro il supporto della politica e quindi dei sindaci aiuterebbe.

Negare l'esistenza di impatti acustici oltre che dell'inquinamento atmosferico, è miope (o forse sordo?) oltre che poco prudente.

radioRomaCapitale2 ilmamilio


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna