I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Frascati, mozione di Mirko Fiasco: "Un gemellaggio con Trieste"

trieste frsFRASCATI (attualità) - Il consigliere comunale richiede la dedica di una via o struttura pubblica ai martiri delle foibe e agli esuli d'Istria

ilmamilio.it

Da Mirko Fiasco, capogruppo di "Frascati futura" riceviamo e pubblichiamo il testo delle seguente mozione.

MOZIONE

Ai sensi degli articoli del Regolamento del Consiglio comunale il sottoscritto Mirko Fiasco, consigliere comunale sottopone all’approvazione dell’assemblea consiliare il seguente atto.

10 febbraio "Giornata del Ricordo" in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale.

Premesso che:

  • con la legge n. 92 del 30 marzo 2004 il Parlamento italiano ha istituito il 10 febbraio quale "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale;
  • nella stessa giornata sono previste, per legge, iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado ed è altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende;
  • l'occupazione jugoslava, che a Trieste durò quarantacinque giorni, fu causa non solo del fenomeno delle foibe, ma anche delle deportazioni nei campi di concentramento jugoslavi di popolazioni inermi; in Istria, a Fiume e in Dalmazia, invece, questa la repressione jugoslava costrinse oltre 300 mila persone ad abbandonare le loro case per fuggire dai massacri e poter mantenere la propria identità italiana;

considerato che:

  • in data 10 febbraio si svolgerà a Trieste - sotto l'alto patrocinio della Presidenza della Repubblica – il congresso mondiale degli esuli, promosso dal Ministro degli italiani nel mondo,

impegna il Consiglio comunale di Frascati

  • a partecipare con una delegazione e con il gonfalone alla predetta cerimonia
  • ad illuminare l'intera facciata del palazzo del Comune, in segno di partecipazione dell’Amministrazione comunale all’evento

impegna, altresì, il Consiglio comunale di Frascati

a convocare in data 10 febbraio o altra data da concordare, qualora tecnicamente non dovesse essere possibile rispettare tale scadenza, una seduta straordinaria del consiglio comunale per la trattazione dell'ordine del giorno per l’intitolazione di una via, una piazza, una scuola, o altro etc. ai martiri delle foibe e agli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia.

Attuare le dovute procedure con il Comune di Trieste per un gemellaggio tra le due città.