I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Operazione "Gramigna", si costituisce ai carabinieri di Palestrina Salvatore Casamonica

PALESTRINA (cronaca) - Nelle scorse settimane l'attività delle forze dell'ordine aveva portato già all'arresto di 35 componenti del clan
ilmamilio.it - nota AdnKronos
Si è costituito ieri sera Salvatore Casamonica, già sfuggito alla cattura nell'ambito dell'operazione ''Gramigna'' dello scorso 17 luglio. Sentendosi braccato dall'attività di ricerca dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati, l'uomo, 30 anni, si è consegnato ieri sera presso la caserma dei Carabinieri di Palestrina.
doffizi
Era anche lui destinatario della stessa ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, che aveva già portato all'arresto di 35 persone appartenenti al clan per avere costituito e preso parte all'associazione mafiosa e ritenute responsabili, in concorso agli altri arrestati, e con ruoli diversi, di aver costituito un'organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché di ulteriori reati quali estorsione, usura, concessione illecita di finanziamenti ed altro, tutti commessi con l'aggravante del metodo mafioso.
Salvatore Casamonica era uno dei pochi scampati alla cattura, collegato in affari con i figli del capo clan entrambi catturati dopo due giorni dal blitz a Grottaferrata ove avevano trovato rifugio.
"La resa di Salvatore Casamonica è merito della professionalità e della determinazione degli inquirenti e dei Carabinieri di Frascati che hanno portato avanti un costante controllo del territorio". Lo scrive in un tweet il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori.