I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Nel crollo del ponte Morandi dell'A10 a Genova la foto dell'Italia che si sbriciola

ponte genovaFRASCATI (attualità) - Razzista, bigotta e medievale la nostra Nazione ha perso riferimenti e risorse. Ed ora cede strutturalmente

ilmamilio.it

Nelle primissime immagini del ponte Morandi della A10 crollato a Genova poco fa c'è tutta l'atroce fotografia dell'Italia di oggi. Un Paese che, letteralmente, si sbriciola.

Mentre gli italiani si riscoprono razzisti, bigotti, antivaccinisti - in una sola parola medievali - , va tutto in frantumi. Va tutto a pezzi. Il cemento fradicio che, secondo le primissime opinioni, avrebbe portato al crollo strutturale del ponte certifica l'arretratrezza di una Nazione che pure tra gli anni '50 ed i '60 dello scorso secolo proprio grazie ad ardite ed indispensabili opere di ingegneria civile aveva messo il proprio piede nel XX secolo segnando uno sviluppo potente.

Genova ponte MorandiIl ponte Morandi, costruito tra il 1963 e il '67 (foto a fianco da Wikipedia) è proprio il simbolo di quel boom, di quegli anni ed oggi è il simbolo di questo sfacelo che si chiama Italia.

Mentre gli italiani si dividono e si sputano su Facebook, si lacerano e si spaccano sui migranti (ma stavolta con Genova non c'entrano), sui vaccini, sulle trivelle, sul verde, il rosso e il giallo, sul colore dei capelli di Belen, l'Italia semplicemente si sbriciola. Cade a pezzi.

Appesantita da troppi anni di nulla, di arretramento, di zero investimenti, di paure.

La stessa paura che in queste ore accompagna chi, come noi, seguirà la drammatica inevitabile conta delle vittime travolte dal crollo del ponte Morandi.

 Foto in alto tratta dal web

 

doffizi