I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Bilancio di previsione di Ciampino, l'analisi dei 5 stelle

CIAMPINO (politica) - Fari puntati sulla voce mobilità

ilmamilio.it - nota stampa

Abbiamo letto con attenzione i primi atti pubblicati dal Comune di Ciampino attinenti l'adozione, con i poteri della Giunta, del Bilancio di previsione 2018/2020.

LEGGI Ciampino: Bilancio di previsione 2018-2020 tra lo strano trionfalismo degli ex amministratori ed un iter ancora in corso

Verrà il tempo delle analisi più approfondite e delle verifiche puntuali su tutte le criticità segnalate a suo tempo dall'Organo di Revisione che hanno provocato l'ingloriosa fine dell'Amministrazione Terzulli; capiremo se - ed in che misura - queste sono state superate dalla stesura del nuovo schema di bilancio della Gestione Commissariale, ma ci pare importante sottolineare subito un aspetto già sottoposto all’attenzione dell’uscente amministrazione Terzulli e ora ritrovato nella proposta di bilancio del Commissario ovvero la voce degli accantonamenti n. 7 - “Mobilità”.

Nella “Nota integrativa al Bilancio di previsione 2018/2020” leggiamo un accantonamento a “passività potenziale” del settore Mobilità di € 400.000 già oggetto di segnalazione dal febbraio 2015 e mai riconosciuta come Debito Fuori Bilancio nonostante la nostra mozione, bocciata in aula consiliare dall'Amministrazione Terzulli, mediante la quale lo invitavamo a riconoscere il debito fuori bilancio che alterava il principio di “veridicità” dei conti comunali.

Ebbene con una nota dell'11/04/2017 (ottenuta tra mille resistenze della Dirigenza) lo stesso operatore quantificava in complessivi € 1.870.716,00 l'ammontare delle sue richieste risarcitorie per l'espletamento del servizio di Trasporto Pubblico Locale. I conti parlano di numeri diversi per cui sarebbe a nostro avviso necessario fare estrema chiarezza sull'argomento dal momento che o l’operatore ha rinunciato a gran parte delle sue pretese ed ha sottoscritto un accordo transattivo che chiude la partita a sole € 400.000,00 (ed in tal caso saremo i primi ad applaudire alle capacità negoziali della Gestione Commissariale) oppure, nella più benevola delle ipotesi, siamo in presenza di un “refuso” e quindi la voce “passività potenziale mobilità” andrebbe rettificata ad effettivi €1.870.716 con buona pace della veridicità di bilancio.

Riteniamo ci sia materia per un attento riesame della vicenda per tutti i soggetti compenti (Gestione Commissariale – Organo di Revisione – Dirigenza Comunale) prima dell'approvazione finale del bilancio 2018/2020 con i poteri del Consiglio comunale.

Firmato: i consiglieri uscenti del MoVimento 5 Stelle Ciampino e tutto il Meetup di Ciampino".