I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

La Fir riconosce il 'Museo del Rugby" di Artena

ARTENA (sport) - Oltre 16mila cimeli raccolti. 12mila all'anno i visitatori

ilmamilio.it 

“Il Museo del Rugby” di Artena entra a far parte delle associazioni ufficialmente riconosciute dalla Federazione Italiana Rugby. Fondato il 14 novembre del 2012 e precedentemente collezione privata avviata nel 2007 da Corrado Mattoccia, è oggi ospitato presso Palazzo Traietti, edificio storico del borgo medievale laziale, e raccoglie oggi oltre 16.000 memorabilia da tutto il mondo rugbistico.

Maglie delle Nazionali di tutti i Paesi dal 1894 ai giorni nostri, dagli All Blacks all’Italia, da Tahiti all’Inghilterra, scarpe da gioco, giornali, pubblicazioni e molto altro ancora sono visitabili ogni giorno a “Il Museo del Rugby” di Artena – il cui ingresso è gratuito in ogni momento dell’anno – o in una delle tante mostre organizzate sul territorio dalla Fondazione “Fango e Sudore”, titolare del Museo. Oltre dodicimila visitatori all’anno.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura