I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Dai Castelli romani ad Amatrice: la polizia locale di Nemi e Lanuvio "scorta" Mattarella

dibella mattarellaAMATRICE (cronaca) - In occasione della visita del Capo dello Stato nella cittadina reatina colpita dal terremoto un anno fa presenti anche 3 rappresentanti dei Corpi castellani

ilmamilio.it

C'erano anche alcuni rappresentanti delle polizie locali dei Castelli romani, espressamente invitati dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, questa mattina nella cittadina reatina gravemente colpita dal terremoto del 24 agosto 2016 in occasione della visita del Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

A rappresentare i Castelli romani, collaborando sul fronte della viabilità in occasione dell'importante visita, presenti il comandante della polizia locale di Nemi, commissario capo Gabriele Di Bella, l'ispettore Daniele Di Meo di Lanuvio e l'agente Matteo Franciosi anche lui di Nemi. Presente anche un contingente della polizia di Roma Capitale che ha scortato il Presidente nel corso della visita di Stato conclusasi verso le 13,30.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha voluto espressamente ringraziare il comandante Di Bella per il lavoro fatto sul territorio amatriciano unitamente agli altri rappresentanti delle polizie locali castellane. I rappresentanti dei Castelli romani hanno infatti conribuito alla gestione della viabilità in occasione di questa importante occasione insieme ai colleghi di Roma Capitale.

asdFrascati lunga

gruppo polizie amatriceGli agenti hanno indossato divise speciali che unitamente agli stemmi dei Comuni di appartenenza presentavano anche il logo della Regione Lazio.

"Occasioni come queste - commenta proprio il comandante Gabriele Di Bella - dimostrano che quello di corpo di polizia locale metropolitano possa essere un progetto da perseguire proprio per garantire un servizio congiunto in occasioni di rilievo e in caso di necessità".