I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Il Frascati Scherma aspetta l'ufficialità dello scudetto della "stella". Poi i mondiali

molinari paolo3FRASCATI (scherma) - La società del presidente Molinari ha praticamente messo le mani sul decimo titolo nazionale, terzo di fila. E in Cina spera di fare il botto

ilmamilio.it - comunicato stampa

Un altro anno eccellente, in attesa di una chiusura “col botto”. Il bilancio annuale del Frascati Scherma sta diventando ormai quasi “ripetitivo”: il club tuscolano anche quest’anno si è confermato ad altissimi livelli come si evince chiaramente dalle parole del presidente Paolo Molinari.

«E’ stata un’altra stagione coi fiocchi: il Frascati Scherma si è tolto soddisfazioni a tutti livelli, dai più grandi ai giovani, per finire coi più piccolini. Non a caso, secondo i nostri calcoli, dovremmo essere riusciti a conquistare il decimo scudetto (nella speciale classifica che vede la somma dei punti di tutte le categorie tra le varie società d’Italia, ndr) che tra l’altro sarebbe il terzo consecutivo e che ci consegnerebbe l’ideale “stella”. Aspettiamo in tal senso l’ufficialità dalla Federazione, ma se tutto sarà confermato festeggeremo l’evento a dovere dopo l’estate».

cocciano summer festival2018

Un anno ricchissimo, come detto, a tutti i livelli: «Ancora una volta il Frascati Scherma è stato al centro del movimento schermistico nazionale e internazionale – spiega Molinari – Altri ottimi atleti italiani ci hanno scelto come società di allenamento, ma lo stesso è accaduto anche con atleti stranieri che si spostano a vivere a Frascati proprio per allenarsi alla “Simoncelli”. L’ultimo caso è stato quello di un atleta indiano, ma abbiamo ragazzi brasiliani, argentini, colombiani e spagnoli che si allenano qui da tempo. Ma le cose sono andate bene in tutte le tre armi e nelle categorie, anche degli Under 14. Nell’ambito di quest’ultima fascia d’età, siamo contenti di come si stanno sviluppando le cose nella “sede dislocata” della scuola “Pio XII” di Cinecittà dove i ragazzi hanno cominciato a fare gare ufficiali».

La stagione del club tuscolano, però, non è ancora terminata: dal 19 al 26 luglio a Wuxi (in Cina) si disputeranno i campionati del mondo e il Frascati Scherma, che aspetta le convocazioni ufficiali, dovrebbe presentarsi all’appuntamento con sei atleti (tre fiorettisti e tre sciabolatrici) oltre ad alcuni maestri che faranno parte dello staff azzurro. «Attendiamo in maniera impaziente questo ultimo importantissimo appuntamento stagionale – dice Molinari – Ci auguriamo che Arianna Errigo e Daniele Garozzo, che hanno conquistato la medaglia d’argento individuale ai recenti europei, possano ripetersi in un’altra gara fondamentale e che magari bissino anche nella prova a squadre, con Arianna che nel caso del Dream Team femminile parteciperà assieme a Camilla Mancini. Ci aspettiamo, infine, un pronto riscatto dalle sciabolatrici Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi che non sono state brillanti ai recenti europei, ma che rimangono atlete di prim’ordine nel panorama internazionale».

Poi sarà tempo di guardare oltre e il Frascati Scherma sta per compiere un altro passo importante. «In questi giorni inizieremo i lavori per la copertura della sala scherma che tra l’altro sarà a risparmio energetico e poi faremo un nuovo impianto per la produzione dell’acqua calda. Interventi che si aggiungono a quelli fatti la scorsa estate e che hanno visto un completo restyling della sala e l’aumento del numero delle pedane a disposizione per gli allenamenti» conclude Molinari.