I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata: il GAL presenta il Bollettino USEA, contribuisce alla ripartenza del “Percorso niliano" e prosegue la valorizzazione di 'Ad Decimum'

GROTTAFERRATA /(eventi) - Confermato un impegno storico per il territorio

ilmamilio.it - comunicato stampa

Una delle caratteristiche delle attività del Gruppo Archeologico Latino (G.A.L.) Colli Albani Bruno Martellotta ODV in questi ultimi mesi è la dinamicità: sia nella ripartenza del percorso niliano; sia da quello “intellettuale” con la presentazione del Bollettino USEA, che rappresenta una ricognizione sugli studi più aggiornati riguardanti l’area romana e castellana.

Il Bollettino verrà presentato sabato 30 giugno alle ore 11,00 presso la sala polivalente della Biblioteca Nazionale Statale dell’Abbazia di San Nilo, concessa dalla direttrice dott.ssa Giovanna Falcone. La presentazione consisterà in brevi relazioni di alcuni autori sui loro studi pubblicati sulla rivista. Anche quest’anno l’uscita del Bollettino è stata resa possibile grazie all’impegno del suo direttore dott.ssa Giuseppina Sartorio, oltre che dell’intero comitato di redazione.

Oltre al patrocinio del MiBACT “ Biblioteca Statale del Monumento Nazionale” di Grottaferrata, della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra e della Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, il bollettino gode del contributo per la stampa da parte del Comune di Grottaferrata e della BCC Colli Albani.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

Ripercorrere la strada che il monaco Nilo ha intrapreso per giungere a Roma, ha rappresentato per il nostro Gruppo, il tentativo di rinsaldare il legame tra Grottaferrata ed alcuni comuni toccati dall’asceta. Tra questi ricordiamo Orsomarso (Cs) e Montesano sulla Marcellana ( Sa) che hanno sottoscritto un protocollo di intesa di cui il comune di Grottaferrata risulta capofila. Il GAL auspica che altre amministrazioni comunali aderiscano a questo progetto che va inquadrato nell’ambito della rete dei cammini, tutelata nella normativa europea e regionale.

Dopo la sottoscrizione dell’apposita convenzione sulla valorizzazione della Catacomba Ad Decimum, si consolidano i rapporti tra il Comune di Grottaferrata, la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra – PCAS - e il GAL. Nei giorni scorsi, in un clima proficuo e cordiale, si è svolto un incontro tra: il Segretario della PCAS, Mons. Pasquale Iacobone, il Vice Sindaco di Grottaferrata dott. Luciano Vergati e il direttore del GAL Lorenzo Bongirolami, per analizzare nell’ambito delle specifiche competenze, le modalità di valorizzazione del sito. Ciascuna parte si è impegnata nel rilancio della Catacomba: la PCAS concedendo l’ingresso gratuito ai visitatori, il GAL garantendo, grazie ai propri volontari, la regolarità della visita. Il Comune di Grottaferrata dal canto suo, secondo quanto affermato dal Vice Sindaco ha “ preso atto delle esigenze di miglioria e manutenzione del sito e nel contesto delle criticità finanziarie e organizzative dell’Ente, si è impegnato ad attivarsi per rendere maggiormente dignitosa e funzionale la fruibilità di questo straordinario gioiello del nostro patrimonio storico e artistico”.