I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa, Iadecola (Pro-Case): “TAR accoglie l’istanza di tutela cautelare per due immobili trascritti”

Rocca di Papa (attualità) - Il Presidente annuncia importanti novità

ilmamilio.it - comunicato stampa Pro Case

“Il Tribunale Amministrativo regionale del Lazio ha accolto l’istanza di tutela cautelare per due delle venticinque famiglie, i cui immobili (giudicati abusivi) erano stati trascritti nei Registri della Conservatoria. Pertanto le acquisizioni effettuate, al momento, sono state sospese e i beni torneranno nella loro proprietà e disponibilità. All’Avvocato Mauro Germani è stato dato mandato dal TAR di notificare l’atto al Comune di Rocca di Papa. L’accoglimento della tutela cautelare per questi due nuclei rappresenta un importante precedente. È assodato, infatti, che le trascrizioni possono essere impugnate, anche se avvenute anni a fa, qualora esse non siano mai state notificate ai proprietari degli immobili interessati. Solo ed esclusivamente dalla notifica decorrono i sessanta giorni per fare ricorso.

Non esistono altre opzioni. In quest’ottica è stata fondamentale l’opera del Comitato Pro-Case che ha sollecitato le persone coinvolte da questo problema a fare i dovuti accertamenti presso il Catasto e i Registri della Conservatoria. Abbiamo vinto una battaglia. Non abbiamo portato a casa la guerra. Non è stata ancora vinta la causa nel merito. È giusto precisarlo, considerata la delicatezza della situazione. Al momento, però, abbiamo quantomeno scongiurato che questi immobili siano demoliti o fatti sgomberare. Ci auguriamo che quanto accaduto per questi due nuclei, avvenga anche per gli altri venticinque”.

Così in una nota il Presidente del Comitato Pro-Case, Alessio Iadecola.

petra nov2017 1
Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011