I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Pomezia, Dessì: "Più del 50% dei votanti ha scelto il buon governo 5 stelle. Peccato per il derby mancato"

POMEZIA (politica) – Il neo senatore commenta il dato Amministrativo. "A livello locale però dobbiamo fare meglio. La flessione? Ora dobbiamo analizzare e riflettere"

itmamilio.it – contenuto esclusivo

liberi scrivere 10

Un’analisi del voto Amministrativo di domenica scorsa che parte da quanto avvenuto a Pomezia. A compierla è il senatore 5 stelle Emanuele Dessì, da anni attivo sul territorio dei Castelli romani e del quadrante sud di Roma.

"Il dato di Pomezia - dice - è senza dubbio il più importante per il Movimento in provincia di Roma e dice che oltre il 50% degli elettori, tra Adriano Zuccalà e Fabio Fucci ha scelto, direttamente o indirettamente, i 5 stelle. Mi sarebbe piaciuto un derby nel ballottaggio, ma purtroppo così non è stato (Zuccalà il 24 giugno se la vedrà col candidato del centrodestra Matarese, LEGGI): quello che però è evidente è che i cittadini hanno riconosciuto la bontà dell'Amministrazione in questi 5 anni ed il risultato è evidente. Mi aspetto che ora i cittadini continuno a dare fiducia al buon governo a 5 stelle dando a Zuccalà, che bene ha fatto in questi anni da presidente del Consiglio comunale, la possibilità di diventare sindaco".

Altrove, però, il Movimento è andato meno bene: da Anzio a Fiumicino, a Santa Marinella, ai piccoli Comuni il dato non è stato positivo come in altre occasioni ed il Movimento manca ballottaggi e conquista di sindaci. "In qualche modo ci si poteva attendere risultati non eccezionali in alcuni territori: ad Anzio in particolare però, una città che usciva da anni amministrativamente e non solo difficili, si doveva probabilmente fare di più. Dobbiamo analizzare e riflettere su questi dati".

Il senatore frascatano, eletto il 4 marzo scorso, guarda avanti. "Questi risultati amministrativi dicono che probabilmente le altre forze politiche hanno preso le misure alla nostra azione e che probabilmente anche il Movimento deve evolversi in tal senso per non perdere grosse opportunità. A livello nazionale abbiamo l'occasione, finalmente, di poter dimostrare la nostra capacità e il nostro modo di governare ma dobbiamo cercare contromisure anche a livello amministrativo". "Insomma - conclude Emanuele Dessì - a livello locale possiamo e dobbiamo fare di più".

petra febb2018