I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

---

Grottaferrata, le ‘zone sporche’ entrano nella discussione politica. “E’ anche colpa dei cittadini, pronto piano di repressione”

GROTTAFERRATA (attualità) – Il sindaco: “Nella zona alta problemi maggiori”

ilmamilio.it 

Grottaferrata ha raggiunto, stando agli annunci dell’amministrazione, il 70% di differenziato. Un bel risultato, frutto del cambiamento e di un nuovo calendario, in atto da gennaio, che inizialmente ha comportato diversi problemi di ambientamento alla popolazione e che ora sembra essere stato ‘assorbito’ nelle abitudini comuni.

Tuttavia, ancora oggi, nonostante i successi annunciati e in parte contestati da qualche residente in periferia, esistono ancora delle problematiche da risolvere. Quello delle piccole discariche di chi non rispetta le regole, ad esempio, è un punto irrisolto. Pochi giorni fa i problemi inerenti la raccolta differenziata sono approdati nell’ultimo consiglio comunale. PD e Città al Governo hanno denunciato e reso pubbliche agli amministratori le segnalazioni provenienti dalle aree in cui gli accumuli di immondizia sono aumentati, con il pericolo di creare delle zone franche a cielo aperto.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

Il sindaco Andreotti, replicando, ha affermato che molto spesso sono proprio i cittadini a non essere civili, con particolare riferimento alla parte alta della città. “Esistono problemi di deposito degli sfalci da giardino, nonostante le isole mobili - ha detto - il comando della Polizia Locale attuerà un piano di repressione”. Annunciata dunque la ‘linea dura’ contro chi non rispetta le basi del bene comune. Nessun accenno, per ora, a soluzioni di sostegno tecnologico come videosorveglianza e fototrappole. In quel senso si dovranno attendere tempi migliori.

Già un impegno più radicale da parte delle forze preposte al controllo del territorio, così come dichiarato, potrebbe sicuramente disincentivare le pratiche di inciviltà nei confronti del territorio. Si vedrà.

(nella foto di un residente: Grottaferrata verso Tuscolo, oggi)

petra nov2017 1
Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

 

 

Commenti   

0 #1 ilconsiglieREènudo 2018-05-17 04:23
ovunque e dovunque anche nel moV5S ?
Con quello che è accaduto a Rocca di papa, nel pd, oggi pdRelle allo sfascio, ogni EX conta molto anzi conta un inCARICO retribuito in regione con onori e oneri pubblici. Questi ripensamenti hanno buttato lo scompiglio nei campi e campetti di "depressione" degli EX, dandogli una seconda una terza,una quarta e pure una quinta ghiotta occasione.
Nessuno guarda più a dove eri o dove sei stato in politica, l'importante è dove ti collochi oggi. Nel pdRelle c'è tanta domanda. ....indifferenziata!
Nessuno si meraviglierebbe se ad essere premiato fosse uno ( già ) del moV5S. Anzi uno già moV5S nel pdRelle è ..... meno voti al moV5S !
"è anche questo un coacervo di situazioni paesane?"
Citazione

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna