I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Emergenza acqua, 13 sindaci dei Castelli romani chiedono convocazione urgente conferenza Ato2

ROCCA PRIORA (attualità) - La richiesta è partita stamane: i territori chiedono di essere coinvolti nei processi decisionali e di essere informati. "Rappresentiamo le nostre comunità"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Sono ben 13 i sindaci dei Castelli romani e dell'area casilina-prenestina che in queste ore hanno inviato un documento al sindaco della Città metropolitana, Virginia Raggi, quale rappresentante dell'Autorità dell'Ato 2 (Ambito territoriale ottimale 2) richiedendo una convocazione urgente della conferenza dei sindaci dell'Ato2.

Una richiesta che arriva dai Comuni di Rocca Priora, Monte Porzio Catone, Monte Compatri, Colonna, Grottaferrata, Lariano, San Cesareo, Palestrina, Zagarolo, Palestrina, Cave, Genazzano e Velletri proprio nel momento in cui l'emergenza idrica, coinvolgendo direttamente anche la città di Roma (LEGGI l'articolo).

I sindaci, che inviano insieme alla richiesta una lettera d'accompagno chiedono di essere coinvolti ed informati sulla tematica in oggetto. "Da rappresentanti dei territori che siamo chiamati ad amministrare - dicono i primi cittadini dei 13 Comuni interessati, ai quali nelle prossime ore potrebbero aggiungersene degli altri - riteniamo di avere il pieno diritto di essere parte attiva nei processi decisionali che riguardano il servizio idrico in una stagione di così grande difficoltà. Senza dimenticare - aggiungono - che le nostre città sono soggette a turnazioni idriche ormai da quasi due mesi".

Un'emergenza acqua che da quando è stata annunciata da Acea il 23 maggio scorso, ha visto la situazione peggiorare continuamente. Un'emergenza che ha colpito in pieno i Castelli romani (VEDI la mappa dell'emergenza idrica) e che solo oggi, dopo settimane e settimane di difficoltà per i cittadini del territorio, è balzata agli onori delle cronache nazionali quando la sola minaccia di turnazioni per Roma ha scatenato l'inferno.

Alla buon'ora.