I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

---

L'associazione polizia locale del Lazio chiede un coordinamento regionale

NETTUNO (attualità) - La spinta viene dalla richiesta fatta dal sindaco di Nettuno per un corpo unico insieme ad Anzio. A Castelli, tra i grandi comuni, accade già ad Albano Laziale e Castel Gandolfo

ilmamilio.it

selasai 10anni

Facendo seguito alle recenti notizie di stampa, che vedono il Sindaco di Nettuno auspicare un consorzio dei comandi di Anzio e Nettuno, l’Associazione Polizia Locale Comandi del Lazio esprime il parere favorevole a questa come ad ogni analoga iniziativa.

"La realtà delle Polizie Locali del Lazio - afferma il presidente, Dario Di Mattia a nome del Direttivo - è quella di comandi troppo spesso in balia di se stessi, con risorse umane e strumentali sempre minori, a fronte di compiti istituzionali sempre maggiori, che vedono la Polizia Locale essere sempre più la divisa maggiormente presente nelle strade e nei territori delle nostre città.

sfaccendati 9 aprile

bellezza salute 9aprile18

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Purtroppo, a ciò non corrisponde né un adeguata retribuzione, né una adeguata formazione, oltre alle sempre maggiori richieste della politica e della cittadinanza di essere inseriti - di fatto - in quello che è il comparto sicurezza, senza che ciò sia poi riconosciuto in termini funzionali e contrattuali.

È auspicio della nostra associazione che la Regione Lazio realizzi una svolta, creando un coordinamento regionale della Polizia Locale, che metta a disposizione dei comandi la formazione, i mezzi e le attrezzature necessarie, che indica graduatorie uniche per le assunzioni superando i molteplici vincoli esistenti che hanno portato l’età media di agenti e ufficiali a superare i 50 anni e che indica selezioni pubbliche trasparenti per la scelta dei Comandanti.

petra febb2018

 

 

 

 

 

 

A tutto ciò non può non corrispondere una forte incentivazione per i consorzi tra i vari Comandi, che sulla spinta di quanto già in essere ad Albano Laziale e Castel Gandolfo, e di quanto in fase di studio ad Anzio e Nettuno, porti i comuni q comprendere che unire i comandi per territori omogenei, sulla base di centomila abitanti per consorzio, possa aumentare l’efficicacia dei comandi e dare risposte sempre più concrete alle esigenze della cittadinanza".

L’associazione mette a disposizione i propri agenti ed ufficiali, nonché il proprio know how, affinché tale obiettivo possa essere raggiunto, e chiederà nei prossimi giorni un incontro in tal senso al presidente Zingaretti ed all’assessore regionale alla sicurezza.

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna