I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa, passa il Bilancio: Crestini per ora si salva, 9-6. Boccia abbandona l'Aula

ROCCA DI PAPA (politica) - Più facile del previsto l'approvazione del documento di previsione al termine di una settimana di vera passione

ilmamilio.it

selasai 10anni

Emanuele Crestini resta per il momento in sella. Il sindaco ottiene la sospirata approvazione del Bilancio di previsione 2018 con 9 voti favoreli ed appena 6 contrari.

A rafforzare i numeri della maggioranza, come ampiamente previsto, arriva infatti Danilo Romei che al termine di un breve intervento, nel quale ha motivato la scelta, è diventato il 9° componente di una maggioranza che nel frattempo aveva però perso, come noto, i dissidenti di "Voi con noi".

sfaccendati 9 aprile

bellezza salute 9aprile18

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla fine di una settimana di vera passione per il sindaco e la sua maggioranza, settimana caratterizzata dal duro scontro a distanza a forza di comunicati tra il sindaco e il suo predecessore Pasquale Boccia, Crestini incassa il risultato che lo mantiene in sella. Per il momento.

Proprio Boccia, cui la capacità oratoria non è mai mancata, si è prodotto in un lungo intervento che è stata più un'arringa difensiva del suo operato da sindaco, condita da attacchi sparsi contro l'attuale maggioranza. Al momento del voto, però, l'ex sindaco, accompagnato per l'occasione dalla neo collega di minoranza Roberta Carnevali (Voi con noi) ha lasciato l'Aula evitando dunque di esprimere un voto negativo che pure avrebbe avuto il suo peso seppur solo simbolico e politico. Mistero sulle motivazioni dell'abbandono che ha lasciato i redisui componenti dell'opposizione esprimersi con un "no" al documento di previsione 2018.

petra febb2018

 

 

 

 

 

 

Il Bilancio passa dunque con un 9-6 fin troppo ampio rispetto ai timori della vigilia. Tutto è rimandato alla prossima scadenza pesante, quella del Consolidato 2017. E lì, di certo, se ne vedranno ancora delle belle. L'ufficializzazione dell'ingresso di Danilo Romei in maggioranza per il momento riporta l'ago della bilancia dalla parte di Crestini ed i suoi fedelissimi reduti. Ma l'aria è quella di un'Amministrazione costantemente appesa ad un filo con una campagna elettorale già pienamente in atto.