I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Vince l’asse Salvini - Di Maio: Elisabetta Casellati Presidente del Senato, alla Camera Roberto Fico

ITALIA (politica) – Dopo lo scontro di ieri nel centrodestra, si ricompone la frattura. Accordo nel corso della notte

ilmamilio.it 

Dopo una giornata di colpi di scena, divergenze e mancati accordi, Camera dei Deputati e Senato della Repubblica trovano i loro rispettivi Presidenti. Sono  Roberto Fico (M5S) e Elisabetta Casellati (Forza Italia), prima donna a ricoprire l'incarico.

Il centrodestra, dopo lo scontro Salvini-Berlusconi sulla candidatura di Romani (su cui era stato posto il veto del M5S), ha ritrovato un accordo di base dopo il vertice a Palazzo Grazioli e ha proposto Maria Elisabetta Casellati al Senato. Il M5S ha accettato il nome del magistrato. "I leader del centrodestra confermano le intese intercorse in questa fase non sono prodromiche alla formazione del governo e che non avranno nessuna influenza sul percorso istituzionale successivo per il quale l'indicazione spetterà al presidente della Repubblica. Confermano che in ogni caso vi è l'impegno di tutte le forze politiche del centrodestra a non ricercare accordi individuali per la formazione del governo". E' quanto si legge in una nota. 

In verità ad uscire rafforzato da questo momento politico è l’asse Salvini-Di Maio. Il primo ha vinto la partita ‘militare’ dentro al centrodestra, il secondo ha avuto ciò che desiderava: la Camera dei Deputati. Ora si guarda alla complicata partita per la formazione di una maggioranza di governo, dove le strategie, irrimediabilmente, cambieranno. Il dato di oggi apre comunque all’ipotesi di un esecutivo a guida M5S-Lega, che rappresentano insieme il 50% dell’elettorato italiano e sembrano aver instaurato un rapporto di dialogo, anche se Salvini dovrà comunque tenere in piedi una coalizione, quella del centrodestra, che ha scricchiolato nelle ultime ore e dove le resistenze sono molte, a partire da quelle di Silvio Berlusconi, uscito però ridimensionato, nella sua influenza, dentro a questo contenitore politico.

Discorso che si aprirà all’inizio di aprile, con le consultazioni in cui il Presidente della Republica Mattarella entrerà im scena con la sua diplomazia e il suo ascolto.

petra nov2017 1
Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011