I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

---

Rocca di Papa, lo sciopero alla Casa di Riposo 'Madonna del Tufo'. 25 operatori in stato di agitazione

ROCCA DI PAPA  (attualità) - Da mesi senza stipendio, ora l'azione sindacale

ilmamilio.it

Sono in agitazione da due giorni i 25 operatori socio sanitari della Casa di Riposo di Rocca di Papa "Madonna del Tufo", adiacente al santuario omonimo.

"Sono mesi che infermieri, operatori socio sanitari e ausiliari della Casa di Riposo Centro Trinitario Madonna del Tufo non percepiscono lo stipendio", dicono dal sindacato Cub Sanità. La struttura di proprietà dell’ordine degli Scalzi della Santissima Trinità è amministrata dalla Società Domus Trinitatis che ha appaltato i servizi alla Società Cooperativa Limen Mundi. "Con Lumen Mundi e Domus Trinitatis c’ è stato solo un incontro, il 31 gennaio 2018 - continuano i sindacalisti del Cub che sono sul posto insieme ai dipendenti - poi queste società, che hanno eluso gli impegni allora presi, non hanno più risposto alle comunicazioni sindacali, lasciando i dipendenti nell’incertezza circa la possibilità di recuperare le mensilità arretrate loro spettanti. E’ una situazione ingiustificata e intollerabile. Gli anziani ospitati della Casa di Riposo (circa 30) e le loro famiglie pagano regolarmente le rette, che salvo agevolazioni per chi c’è da più tempo, rimandano a un livello ricettivo e assistenziale medio-alto (1500 per una camera doppia, 1700 per un singolo). Perchè allora non viene più pagato chi, nonostante tutto, continua a lavorare con il massimo impegno? E, sopratutto, ci si rende conto che ledendo la dignità del personale si danneggiano anche gli ospiti? Il benessere di un anziano in una casa di riposo dipende anche dal rapporto di fiducia che col tempo instaura con chi si prende cura di lui. Ma che relazione può sviluppare con quei nuovi assunti che i datori di lavoro che considerano personale usa e getta, ossia a spremere il più possibile e per un tempo ristretto?".

"Per questi motivi - concludono i sindacalisti del Cub Sanità - e anche per contrastare un annunciato cambio di gestione, nel segno ancora minor garanzie retributive e di stabilità lavorativa, i lavoratori hanno deciso di mobilitarsi ".

Anche questa mattina, pur sotto un violento temporale, gli operatori senza stipendio da sette mesi circa, disperati, hanno manifestato sotto alla sede della Casa di Riposo e davanti al Santuario, dopo il volantinaggio di ieri mattina nella piazza centrale di Rocca di papa. Sul posto vi erano anche gli agenti del commissariato di polizia di Frascati e i vigili urbani di Rocca di Papa, a vigilare sulla pacifica ma sentita protesta, con striscioni e slogan che invitano a pagare gli stipendi arretrati e rispettare la dignità dei lavoratori.

petra febbraio 2018
 Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

Pai

 

 

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna