I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

---

Frascati, le nuove plance elettorali: l'Amministrazione comunale chiarisce

FRASCATI (attualità) - Si tratta di un obbligo di legge

ilmamilio.it - comunicato stampa

selasai 10anni

In riferimento all’articolo apparso ieri, domenica 11 marzo 2018 alle ore 8,53 su il.mamilio.it, dal titolo: «Frascati città delle plance elettorali: a decine, nuove e vuote. Quanto sono costate? Chi le ha comprate?», l’Amministrazione comunale chiarisce quanto segue:

il numero delle plance elettorali da posizionare sul territorio non è certo scelto dell’Amministrazione comunale, ma piuttosto un obbligo sancito da una norma nazionale. La legge 4 aprile 1956, n. 212 e successive modificazioni, determina infatti, sia il numero minimo e massimo dei luoghi sul territorio, dove consentire la propaganda elettorale mediante affissione, sia la dimensione da assegnare a ciascuna lista e ciascun candidato. La nuova legge elettorale sulle elezioni Politiche, inoltre, obbliga a porre in sequenza il candidato e le liste che lo sostengono. Agli spazi di propaganda per le elezioni politiche si sommano gli spazi previsti dalla medesima norma per le elezioni regionali.

sfaccendati1

 

 

 

 

 

 

Di conseguenza, la Giunta Comunale ha individuato i luoghi dove dislocare le plance elettorali, sempre previsti dalla legge secondo la dimensione del Comune di Frascati, e ha assegnato gli spazi necessari, considerando che per l’elezione del Senato sono state ammesse n. 19 liste e n. 13 candidati, per la Camera dei Deputati n. 17 liste e n. 11 candidati, per le Regionali n. 19 liste e n. 9 candidati e che a ciascuna lista va assegnato uno spazio di m. 1,00 di base e m. 2,00 di altezza; mentre a ciascun candidato la norma prevede uno spazio di m. 0,70 di base e m. 1,00 di altezza.

Pertanto l’Amministrazione comunale, in ossequio alla legge, ha predisposto le plance, mentre l’utilizzo degli spazi è facoltà dei gruppi e partiti politici che concorrono nella competizione politica. Va infine aggiunto che il costo delle plance rientra tra le spese rimborsate dalla Prefettura di Roma, al pari delle altre spese elettorali affrontate per questa elezione.

Nota del direttore: a norma dell'articolo 8 della legge 47/1948, si è provveduto - nei tempi e nei modi previsti - a pubblicare il chiarimento dell'Amministrazione comunale di Frascati.

Ogni altra considerazione, riportata nel prosieguo del comunicato, viene omessa perché considerata non pertinente all'oggetto dell'articolo.

petra fiera

Pai

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna