I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, il Reddito di Cittadinanza è realtà. 500 euro per la fascia d'età tra i 43 e i 58 anni

MARINO (attualità) –  I requisiti: disoccupati, iscritti da un anno al Centro per l’Impiego. I beneficiari dovranno impegnarsi a trovare un lavoro partecipando ai corsi di formazione

ilmamilio.it 

Approvato a Marino il regolamento sul Reddito di Cittadinanza. Il sindaco Cinque Stelle Carlo Colizza ha annunciato la novità. “Abbiamo approvato, con delibera il 28 febbraio – ha detto - una formula propositiva che interessa una fascia di età compresa tra i 43 e i 58 anni che rimane scoperta dal Rei, cioè il reddito di inclusione sociale previsto dal Governo che prevede un bonus da 500 euro al mese - ha spiegato - Abbiamo fatto da paracadute a chi era escluso dal Rei. Il nostro reddito di cittadinanza interessa circa 600 nuclei familiari in stato di povertà. I beneficiari dovranno impegnarsi a trovare un lavoro anche attraverso i Centri per l'impiego e partecipando a corsi di formazione professionale suggeriti dal Comune”.  400 gli euro se si vive da soli, 450 se la famiglia è composta da due persone, 500 euro se è composta da tre e 600 euro per nucleo familiari con più di tre componenti. L’aiuto è previsto per sei mesi, rinnovabile per altri sei.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

Può presentare domanda alla misura del Reddito di Cittadinanza locale un solo componente familiare. Il beneficiario deve fornire immediata disponibilità a partecipare a progetti formativi presso gli sportelli competenti indicati dal Servizio Sociale ed è tenuto ad offrire la propria disponibilità per la partecipazione a progetti anche gestiti dal Comune e dall’Amministrazione ritenuti utili per la collettività, in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale e di tutela dei beni comuni da svolgere nel territorio comunale. Il beneficiario ha l’obbligo di comunicare tempestivamente agli enti preposti ogni variazione della situazione reddituale lavorativa familiare che comporti la variazione delle condizioni di accesso al Reddito di Cittadinanza.

 Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

Pai

Il richiedente la misura di Reddito di Cittadinanza locale deve trovarsi nelle seguenti condizioni soggettive: Cittadino italiano o cittadino comunitario UE o cittadino extracomunitario in regola con l’iscrizione anagrafica; residenza nel Comune erogante da almeno 60 mesi (5 anni); età compresa tra i 43 e i 58 anni; condizione dello stato di disoccupato o inoccupato al momento della chiusura del bando con iscrizione al Centro per l’Impiego; mancato percepimento di qualsiasi ammortizzatore sociale; mancato percepimento di qualsiasi sostegno al reddito; stato di disoccupazione o inoccupazione in un periodo compreso tra 12 mesi (1 anno) e  60 mesi (5 anni) con almeno 36 mesi (3 anni) continui di assenza dal lavoro; dichiarare la disponibilità ad essere coinvolto in progetti finalizzati alla formazione e alla ricollocazione nel mercato del lavoro; appartenere ad un nucleo familiare i cui componenti  risultano dallo Stato di famiglia (stesso nucleo familiare anche per i coniugi residenti separatamente ma che non sono separati legalmente) con attestazione ISEE non superiore a 9.000,00 euro; in alternativa, qualora  fossero sopraggiunte rilevanti variazioni, può essere prodotto l’ISEE corrente rilasciato dal CAF competente, in corso di validità alla data di scadenza del bando.

Nessun componente del nucleo familiare deve essere in possesso di autoveicoli immatricolati la prima volta nei dodici mesi antecedenti la richiesta; Autoveicoli di cilindrata superiore a 1300cc (250cc in caso di motoveicoli) immatricolati la prima volta nei tre anni precedenti la richiesta e non essere proprietario di immobili ad eccezione dell’immobile di residenza e con l’ulteriore condizione che l’immobile non appartenga alle categorie catastali A8, A9.

Commenti   

0 #1 Filippo 2018-03-11 09:48
Esperimento interessante, ma a rischio furbetti. In Italia abbiamo molti liberi professionisti esperti nell'evasione fiscale, per cui hanno reddito nullo agli occhi del fisco, e quindi anche se girano in SUV (intestato al nonno) poi risultano nullatenenti e fruiscono degli aiuti pagati con le tasse di chi le paga...
Citazione