I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Lirfl (rugby a 13), la Coppa Italia va agli abruzzesi dei Sea Boars. Santavenere: «Che soddisfazione»

ROMA - La Coppa Italia della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl), edizione 2018, finisce in mano a una squadra debuttante. Nella finale in data unica tenutasi sabato allo stadio Centi Colella di L’Aquila ha trionfato una delle due compagini abruzzesi presenti, vale a dire la novità dei Sea Boars (letteralmente “cinghiali di mare” per rappresentare le due anime montana e marina della neonata squadra). Percorso netto per Alberto Santavenere e compagni: dopo aver vinto il girone comprendente i siciliani della Clc Messina, gli umbri degli Hammers e gli emiliani della Rex Albinea, i Sea Boars hanno superato in semifinale i “cugini” dell’Aquila Neroverde e poi in finale di nuovo gli Hammers che nella loro semifinale avevano avuto la meglio dei siciliani della Syrako.

«Decisamente una bella soddisfazione – dice il terza linea classe 1989 Alberto Santavenere, per tutti Jonny – La nostra era una squadra esordiente, ma ci eravamo preparati con tanta passione e concentrazione e poi nel nostro gruppo erano presenti alcuni elementi nel giro della Nazionale italiana come Ippoliti, La Chioma, Mistichelli, Lombardi e anche Annibaldi oltre a diversi ragazzi all’esordio nel rugby a 13 e altri elementi di qualità. In finale abbiamo incrociato una squadra molto agguerrita come gli Hammers (bi-detentori del trofeo nelle ultime due stagioni, ndr), ma eravamo fiduciosi di potercela fare. Nel primo tempo abbiamo messo a segno tre mete e loro non sono mai riusciti a rientrare in partita come testimonia il punteggio conclusivo di 24-6». Santavenere, a nome dei suoi compagni di squadra, si complimenta con la Lega Italiana Rugby Football League e con l’Aquila Neroverde per l’organizzazione dell’evento. «Tutto è filato liscio ed è stata davvero una grande festa – conferma il giocatore dei Sea Boars – La formula della Coppa in data e sede unica, a mio parere, è stata un successo ed è decisamente più comoda per tutte le squadre. Ora ci godiamo questo titolo e poi penseremo alla partecipazione al prossimo campionato» conclude Santavenere.