Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Ciampino: la Barbuta non smette più di bruciare. Fiamme anche ieri

CIAMPINO (cronaca) - La situazione ambientale è ormai insostenibile

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Ormai non fa quasi più notizia tanto è elevata la frequenza dei roghi tossici, che puntualmente devastano La Barbuta. È di ieri pomeriggio, ad esempio, l’ennesimo incendio nel campo rom e ad andare a fuoco sono state le solite discariche di rifiuti abbandonati che hanno creato una scia di fumo scuro che ha avvolto i cieli di Ciampino e del continuo VII Municipio. "Incendio al Campo Nomadi 'La Barbuta' (Comune di Roma). Prestare attenzione all'ingresso e all'uscita a Ciampino zona Appia/Folgarella", ha cinguettato su Twitter la Polizia Locale del Comune di Ciampino, avvisando automobilisti e residenti.

Una situazione ambientale e sociale insostenibile che si protrae da anni, da quando il villaggio attrezzato fu costruito nel “lontano” 2012 dall’allora Giunta Alemanno. Villaggio, quello de La Barbuta, che ne ha vissute sistematicamente di tutti i colori: non solo roghi, ma anche sporcizia, degrado, criminalità, faide interne. Una realtà che si è trascina praticamente intatta oggi con l’attuale prima cittadina, Virginia Raggi, non avendo trovato soluzione nemmeno nell’era del sindaco Ignazio Marino. insomma, cambiano le amministrazioni ma La Barbuta continua a tenere banco: oggi più di ieri.